giovedì 30 Maggio 2024
HomeEconomiaTariffe dell’acqua bloccate, bonus e riduzione degli sprechi idrici

Tariffe dell’acqua bloccate, bonus e riduzione degli sprechi idrici

Il coordinatore dell’ambito Sarnese Vesuviano Raffaele Coppola ospite di SALOTTO BUONO fa il punto sulla salute del bene più prezioso

 Tariffe bloccate per dieci anni, bonus idrici per i cittadini meno abbienti e riduzione della siccità ristrutturando l’attuale rete idrica ormai un vero e proprio colabrodo. Queste le notizie rivelate da Raffaele Coppola, coordinatore dell’ambito Sarnese Vesuviano dell’Ente Idrico ospite del “Salotto Buono” di Roberto Esse e Vincenzo Peretti in onda su Canale 95 del digitale terrestre.

Raffaele Coppola sottolinea un aspetto importante: “La bolletta dell’acqua rimarrà bloccata fino al 2032 in seguito all’impegno sul blocco delle tariffe che abbiamo preso per non gravare il peso sulle spalle dei contribuenti. Unico distretto in Italia ad aver adottato questo provvedimento”.

Coppola illustra anche agevolazioni interessanti per i meno abbienti: “Un servizio così delicato deve costare il meno possibile ed essere il più sostenibile possibile. Abbiamo anche lanciato un bonus idrico integrativo per le famiglie fino a 12.000 euro di Isee. Abbiamo la possibilità di arrivare fino a 200 euro l’anno.  Inoltre è prevista anche uno stralcio e una rateizzazione per i cittadini morosi per necessità”.

Conclude: “Abbiamo raccolto 120 milioni di finanziamenti pubblici, partecipando a bandi, per ridurre le perdite idriche e combattere la siccità. Iniziativa che serve a ridurre in pochi anni del 50% le perdite, riducendo anche le spese del costo di esercizio”.

Salotto Buono con il giornalista Roberto Esse e il professore Vincenzo Peretti va in onda il lunedì in diretta dalle 18 alle 19 su Canale 95 del digitale terrestre ed in streaming sulle pagine facebook sia dell’emittente che della Gazzetta dei Sapori.

Repliche in tivvù: martedì alle ore 22.30, il mercoledì alle 13.30 ed il sabato alle ore 22.30.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche