venerdì 14 Giugno 2024
HomeCronacaTenta di gettare il figlio dal balcone per una dose di droga

Tenta di gettare il figlio dal balcone per una dose di droga

FRATTAMINORE- Storie di disperazione e miseria: ad andarci di mezzo un bambino. Questa volta il piccolo di soli tre mesi è diventato oggetto di scambio per una “dose” in una lite tra moglie e marito.


“Se non mi dai i soldi per comprare la droga, ti butto il figlio dal balcone”. Ha inveito proprio così il papà del piccolino per convincere la mamma a mollare i quattrini. Il tossicodipendente, Angelo Miele, di 32 anni, era solito dare di matto per avere la “maledetta” dose giornaliera. Ieri sera, ha strappato il bambino dalle braccia della madre. Lo aveva già sporto sulla ringhiera del balcone per dare esecuzione al folle proposito quando si sono avvinghiati su di lui la moglie e la stessa sorella di Miele per salvare il neonato. Urla, botte, strattoni. Le due donne hanno lottato strenuamente fino a quando il neonato non è stato messo in sicurezza. Dalla colluttazione, madre e zia del redivivo hanno riportato alcune lesioni, ma alla fine tutto è finito per il meglio. Il 32enne, che era solito litigare con la consorte sempre per lo stesso motivo, è stato finalmente assicurato alla giustizia. L’accusa è di tentato omicidio.

Anna Maria Romano

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche