giovedì 20 Giugno 2024
HomeCronaca“Tuo figlio ha investito donna incinta, ci devi 30mila euro” , truffa...

“Tuo figlio ha investito donna incinta, ci devi 30mila euro” , truffa sventata a Piano di Sorrento

PIANO DI SORRENTO. “Tuo figlio ha investito una donna incinta, serve denaro per liberarlo”. La truffa del finto carabiniere e del finto avvocato ha fatto finire nei guai una 22enne in manette. La vittima, invece, un 80enne. A chiamare l’anziano, un finto maresciallo dei carabinieri che gli comunica che il figlio, coinvolto in un incidente, ha investito una donna incinta.

“Una scappatoia è possibile”, gli dice il “militare”, la vittima è disponibile ad accogliere un risarcimento.
L’anziano è travolto dalla preoccupazione.
Subito dopo il telefono squilla di nuovo. È una donna, il legale incaricato dalla gravida ferita per concordare la somma e definire una “conciliazione” di 30mila euro circa. “Questo è il prezzo della cauzione”,
conclude e riferisce che sarebbe passato a ritirare il denaro a domicilio.
Prima dei truffatori, però, torna a casa il figlio dell’80enne.
L’anziano accoglie il figlio per le scale chiedendo spiegazioni. L’uomo di 51 anni, intuendo la truffa, allerta i carabinieri.
I militari organizzano un appostamento in pochi minuti. Decidono che lo scambio deve avvenire comunque.
Gli occhi di decine di carabinieri avrebbero tutelato la vittima.
Il copione viene rispettato, dal truffatore, dall’anziano e dai militari.
Il finale è a sorpresa solo per una 22enne napoletana.
La donna è finita in manette, ai domiciliari è in attesa di giudizio. Dovrà rispondere di truffa.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche