lunedì 24 Giugno 2024
HomeAttualitàTutela del mare, lo spot della Gori "Impariamo ad amare"

Tutela del mare, lo spot della Gori “Impariamo ad amare”

GORI. In campo per la tutela del mare al via la Campagna di sensibilizzazione: “Impariamo ad amare”.

Una bottiglia di plastica resta in mare dai 100 ai 1000 anni. Un pannolino, invece, circa 450 anni: un “mare” di materiali di uso quotidiano, ma dai tempi di biodegradabilità lunghissimi, che si alimenta ogni giorno attraverso comportamenti istantanei e incoscienti.
Al fine di informare correttamente i cittadini e orientarli verso scelte improntate alla consapevolezza, al rispetto dell’ecosistema marino e, più in generale, dell’ambiente, GORI ha avviato la campagna di sensibilizzazione “Impariamo ad aMARE”, con uno spot video pubblicato sul canale YouTube dell’azienda, per ricordare a tutti i tempi di biodegradabilità dei rifiuti più frequentemente rinvenuti sugli arenili. Ed ecco che un mozzicone di sigaretta, una bottiglia di plastica, una lattina di alluminio, un giornale, un pannolino e una bottiglia di vetro sono pronti a viaggiare anche sui canali social, per rammentare a tutti noi che la leggerezza nascosta dietro un rapido gesto può arrecare al mare danni che richiedono tempi lunghissimi per essere riparati. Una campagna legata a doppio filo al programma per l’abolizione della plastica monouso dalla vita aziendale, che GORI ha deciso di sviluppare, insieme ad una serie di attività volte a trasmettere la cultura del Plastic Free anche verso l’esterno, in sinergia con le scuole e le amministrazioni comunali.
La criticità più significativa, infatti, è data proprio dalla massiccia presenza di materie plastiche nei nostri mari. Stando allo studio pubblicato lo scorso 8 giugno dal WWF, infatti, ogni anno 570 mila tonnellate di plastica finiscono nelle acque del Mediterraneo: una quantità pari a 33.800 bottigliette gettate in mare ogni minuto, che possono metterci fino ad un secolo per biodegradarsi.
“Quella sulla tutela del mare – dice Mara De Donato, responsabile Comunicazione e CSR di GORI – è una campagna che abbiamo lanciato già negli anni scorsi, e che arricchiamo sempre con nuovi strumenti per raggiungere il maggior numero possibile di persone. Perché sono i piccoli gesti di ciascuno che portano a grandi risultati!”
Coerentemente con il messaggio che si intende veicolare, finalizzato al rispetto del mare e dell’ambiente, la campagna sarà diffusa esclusivamente attraverso strumenti di comunicazione che non producono in alcun modo potenziali rifiuti per l’ambiente. Oltre al web, i messaggi saranno divulgati mediante i canali social di GORI Instagram, Twitter, LinkedIn e la pagina tematica Facebook “Ama il tuo Mare”.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche