domenica 21 Aprile 2024
HomeAppuntamentiUomo e ambiente: nuove strategie di controllo, il 23 novembre al Centro...

Uomo e ambiente: nuove strategie di controllo, il 23 novembre al Centro Congressi ‘Federico II’

NAPOLI. “Uomo e ambiente: nuove strategie di controllo” è il tema del seminario, promosso e organizzato congiuntamente dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (IZSM), dal Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e dalla Thermo Fisher Scientific, azienda multinazionale americana, che si terrà il prossimo 23 novembre, a partire dalle ore 9:00, presso l’Aula Magna del Centro Congressi “Federico II”, in via Partenope a Napoli.

Nel corso della giornata di studi si affronterà il tema della sicurezza alimentare ed ambientale in relazione all’impatto delle sostanze inquinanti sulla salute umana, come ad esempio diossine, pesticidi e tossine marine. Saranno, inoltre, presentate le tecniche più innovative per l’identificazione e l’autenticità dei prodotti alimentari come ulteriore garanzia di salubrità.
Dopo i saluti del professore Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e del professor Ettore Novellino, direttore del Dipartimento di Farmacia dell’Ateneo federiciano, interverranno Antonio Limone, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, che illustrerà le nuove strategie di controllo messe in campo dall’Istituto nel rapporto tra ambiente e salute umana; il professore Vincent Yusa, vicedirettore generale della Sicurezza alimentare e dei laboratori di salute pubblica della Comunità Valenziana, che presenterà la sua esperienza sul tema della valutazione del rischio alimentare ed ambientale; Gianfranco Brambilla dell’Istituto Superiore di Sanità e Mauro Esposito dell’IZSM, che parleranno di diossine e di prevenzione; il professore Jean-Francois Focant dell’Università di Liege, uno dei massimi esperi mondiali in materia di inquinamento da diossine, che affronterà il tema delle metodiche di valutazione dei livelli di contaminazione da diossine sulla popolazione.
Richard Fussel della Thermo Fisher Scientific offrirà una panoramica sulle principali tematiche analitiche per la sicurezza alimentare; si occuperanno di pesticidi e tossine marine Rossana Scarpone dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Abruzzo e Molise e Vittorio Soprano dell’IZSM.
Il professore Marco Arlorio dell’Università del Piemonte Orientale presenterà il progetto europeo “Food Integrity”, relativo alla frode alimentare, mentre Lidia Monaci del Cnr Ispa di Bari e il professore Alberto Ritieni del Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” illustreranno le tecniche analitiche più avanzate per la caratterizzazione degli alimenti.
Concluderà i lavori Cesare Rossini, responsabile europeo di Thermo Fisher Scientific per il settore della sicurezza alimentare ed ambientale.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche