SOMMA VESUVIANA. In occasione della giornata della memoria Arci Somma Vesuviana,   propone la visione dello spettacolo  “La città che sussurrò”, con Simona Gandola, Clelia Liguori, Salvatore Di Russo e Pietro Bentivenga, appuntamento mercoledì 23 gennaio alle ore 20,30 presso il teatro Summarte di Somma Vesuviana.
Lo spettacolo di musica, durante il quale verranno proiettati disegni con la sabbia, è teso a rappresentare un momento emozionale durante il quale riflettere sul significato profondo di un genocidio degli ebrei, nonché e sui tanti altri genocidi che durano tuttora alle latitudini di tutto il mondo, toccando le corde della suggestione e dell’emotivitá, volendo partire a ricostruire e costruire per il futuro al contempo, dalla parte più viscerale e vera del proprio sentire.
L’iniziativa, nata collaborazione con il teatro  Summarte, con il patrocinio delle comunità ebraiche, è estesa anche ad insegnanti e studenti di ogni ordine e grado. Commemorare e ricordare hanno senso solo se la storia fa da faro al cammino nell’uomo nel disperarsi futuro del tempo; se sono guida per la costruzione reale e concreta di un presente esente dalle barbarie del passato. Ricordare per conservare ed immettere quel ricordo in ogni azione della nostra vita quotidiana. Non rinunciare nel nostro vivere giornaliero all’humanitas, alla ferma convinzione che tutto ciò che riguarda ogni altro uomo riguarda noi da vicino. Tenere a mente genocidi di ieri per fermare ed evitare quelli di oggi. A presentare lo spettacolo Irma Molaro, mentre per l’Arci parteciperà l’attrice Rita Cioffi