NAPOLI. Poggioreale, Paolo Russo (FI): “Undici mesi fa, mia interrogazione denunciava degrado. Ministro non ha risposto”

“Al carcere di Poggioreale é esplosa una bomba ad orologeria, innescata da un governo che nasconde la testa sotto la sabbia di fronte ad una scandalosa situazione che priva i carcerati della dignità di esseri umani e mette a dura prova l’incolumità dei dipendenti. Esattamente undici mesi fa presentai un’interrogazione al ministro della Giustizia che si é guardato bene dal rispondere”: così il deputato di Forza Italia Paolo Russo, coordinatore della città metropolitana di Napoli.
“Se solo il ministro si fosse preoccupato di verificare quanto segnalato nell’interrogazione avremmo evitato di scrivere un’altra pagina buia sui diritti negati e sul degrado che dentro e fuori il carcere di Poggioreale alimenta disagio e insicurezza. Invece – stigmatizza Russo – di fronte alle denunce di sovraffollamento, precarietà strutturale e carenza di personale, il ministro si é girato dall’altra parte”.
“Verificare la sussistenza dei pericoli – conclude Russo – é un dovere istituzionale e morale. Correre ai ripari dopo che si é verificato l’irreparabile é da irresponsabili e da incapaci”.