SANT’ANASTASIA. Giovane studente aggredito senza motivo all’interno di una macelleria al Murillo di Trocchia, da un uomo già noto alle forze dell’ordine.

Follia all’interno di una macelleria del Murillo di Trocchia, un giovane studente 20enne è stato aggredito da un uomo, già noto alle forze dell’ordine, senza nessun motivo apparente. Il ragazzo in compagnia di suo nonno, ultraottantenne, si era recato all’interno dell’esercizio commerciale per degli acquisti. L’aggressore presente all’interno del negozio, ha iniziato a chiedergli se era in compagnia di qualcuno e a quale famiglia appartenesse. Alla risposta del giovane, questi ha iniziato ad aggredirlo con numerosi schiaffi al volto e ad ingiuriare i suoi parenti ripetutamente. Terminata l’aggressione fisica, l’uomo ha iniziato a chiedere al macellaio il coltello, ma fortunatamente il 20enne insieme a suo nonno è riuscito a mettersi in salvo all’interno della sua autovettura, dovendo poi ricorrere alle cure del pronto soccorso per le ecchimosi riportate. Anche se l’aggressore e il ragazzo si conoscevano, sembrerebbe che non ci sia stato in passato nessun acredine o motivazione, da spingere l’uomo a compiere il folle gesto.