mercoledì 21 Aprile 2021
HomeSportCampionato falsato, la denuncia dei giudici Annella e Pucino

Campionato falsato, la denuncia dei giudici Annella e Pucino

NOLA. Una delibera retrodatata che sta gettando il caos nella Figc campana che parte dal ritiro della Juve pro Poggiomarino e che cambia le sorti del campionato per la squadra di calcio del ASD S.S. Nola 1925 che milita nel campionato di Promozione – Girone A. Un campionato che risulterebbe “completamente falsato”.

Due giorni fa il Presidente della Commissione federale di garanzia, Pasquale de Lise, ha deciso di sospendere tre giudici sportivi: Gaetano Annella, Filippo Pucino e Gianluca Barbato perchè avrebbero tenuto “comportamenti lesivi del prestigio connesso alla loro carica in relazione all’esercizio delle loro attività funzionali”. Sull’argomento si è espresso oggi il legale di Annella e Pucino, l’avvocato Gennaro Lepre con una nota, che di seguito riportiamo.
“Con riferimento alla recente diffusione attraverso svariati media di notizie false e fuorvianti relative alla sospensione cautelare degli avv.ti Gaetano Annella e Filippo Pucino dai propri incarichi F.I.G.C., rispettivamente, di giudice sportivo e sostituto giudice sportivo in relazione alla vicenda della delibera 14/01/2016 loro attribuita, ho ricevuto espresso incarico dai Colleghi di rendere noto che la vicenda concerne in realtà un falso deliberatamente costruito da terzi per surrogare illecitamente tutt’altra delibera, di tenore esattamente opposto, sol’essa effettivamente adottata dai miei assistiti. Ho pertanto già ricevuto incarico da costoro di sottoporre al più presto al vaglio del giudice sportivo nonché dell’A.G. penale competente i molteplici illeciti — nel contempo infatti sia sportivi che di rilevanza penale — consumati attraverso la falsificazione della delibera in parola nonchè di portare allo scoperto le manfrine sottostanti e la oggettiva corresponsabilità di chi tali manfrine ha con ogni probabilità consentito se non favorito dall’interno della struttura federale. Do nel contempo avviso che l’incarico conferitomi dagli avv.ti Annella e Pucino è stato espressamente esteso affinché persegua allo stesso modo tutti coloro che — non fa differenza se malinformati ovvero in mala fede —si sono frattanto consentiti di pubblicare comunicazioni in qualsiasi modo idonee a metterne in discussione la trasparente correttezza prima ancora che l’assoluta onorabilità e rispettabilità professionale”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti