mercoledì 28 Luglio 2021
HomeCronacaSoldi per esami più veloci: arrestata ginecologa

Soldi per esami più veloci: arrestata ginecologa

SAN GIUSEPPE VESUVIANO. Soldi per esami più veloci: arrestata in flagranza ginecologa. Bastava pagare per avere quella “corsia preferenziale” per ottenere gli esiti di esami, visite mediche e persino biopsie velocemente.

La dottoressa Teresa Santonicola, 60enne, di Sarno, è stata arrestata dai carabinieri della locale stazione cogliendola in flagranza mentre intascava un “mazzetta” di un centinaio di euro da parte di una paziente. Lo scopo? Presto detto. Anzi presto eseguito: i soldi presi sotto banco dalla professionista, ginecologa presso una nota clinica di San Giuseppe Vesuviano.

Ma a qualche paziente quell’illecito e assai poco professionale modo di agire – stando alle indagini condotte dai militari dell’arma – non è piaciuto ed ha così sporto denuncia ai carabinieri che hanno avviato una serie di indagini. Denunce che sono aumentate. E in seguito a specifiche segnalazioni di pretese di soldi dai pazienti in cambio di utilità mediche, sono stati organizzati servizi per riscontrare la veridicità dei fatti segnalati. I militari dell’arma hanno potuto così documentare come la dottoressa avesse chiesto in più di una occasione del denaro per accelerare procedure mediche come esiti di biopsie e altri esami specifici. Infine la flagranza. In pratica i militari hanno assistito ad una consegna di denaro da parte di uno dei pazienti. Ed è stato in quel momento che i carabinieri sono intervenuti qualificandosi e hanno arrestato la ginecologa. La dottoressa sarà processata oggi con rito direttissimo per la convalida dell’arresto.

di Patrizia Panico

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti