lunedì 20 Maggio 2024
HomeAppuntamenti"Cunti e terre d'Italia", il 1 giugno saggio del I Circolo

“Cunti e terre d’Italia”, il 1 giugno saggio del I Circolo

SOMMA VESUVIANA. “Cunti e terre d’Italia” il progetto degli alunni della VA e VB del I° Circolo didattico “Raffaele Arfè” di Somma Vesuviana che sarà proposto nel corso di un saggio che si svolgerà il mercoledì 1 giugno alle ore 17 al plesso del Casamale.

Un progetto che ha lo scopo di educare alla bellezza le giovani generazioni, “aprirle all’incanto”. Grazie alle docenti Francesca Cimmino, Franca Menechini, Angela Tateo, Anna Raia, Angela Magetta, Pellegrino Cittadino e Luisa Prisco, con la fattiva collaborazione della dirigente scolastica Carla Mozzillo. I piccoli allievi canteranno, reciteranno e balleranno anche usando la tammorra. Un appuntamento da non mancare.

Ecco di seguito il programma completo del saggio:

Musica Coro Zingarelle di G.Verdi- balli gitani-zingari-zingarelle-corti- travestimenti

Recitazione
-“Cos’è il Re”- novella siciliana di G.Verga- vita di paese, il luogo della festa ,arrivo del Re

-“La figlia del Re Sole” – fiaba regioni centro Italia di I. Calvino- storie di astrologie, di Re e magie

-“Principe Granchio” -Venezia e Liguria di I. Calvino-vita di mare, di pescatori, di fatti fiabeschi nelle acque

-Musica medioevale- musica del medioevo suonata nei castelli e nelle corti per menestrelli e cantastorie

– “Il Castello” – centro Italia-di I. Calvino- cavalieri, castello, pranzo e zingare per giochi di carte e tarocchi

– Canto-“Volta la carta”- di F. De Andrè- racconto musicato e magico, filastrocca popolare con ritmo vivace

-“Figlio delle Stelle” -fiaba britannica-di Oscar wilde- sceso dall’Universo cerca rose e usignoli ,poi si rifugia nella metafisica

-Canto-“ Geordie” – di F. De Andrè- antica ballata britannica del XVI sec., su antica fiaba popolare

-“Il Gobbo di Notre Dame”- di Victor Hugo – Parigi del XV sec. Quasimodo , zingaro e campanaro della cattedrale ,nella Corte dei Miracoli , incontra Esmeralda ,gitana spagnola

-“Canto di Primavera”- del Banco del Mutuo Soccorso- ballata: leggende gitane, etnie e atmosfere, paesaggi e poesia

-“Il Principe felice”- di Oscar Wilde- racconto favolistico irlandese del XIX sec. Intrecci di personaggi ,storie, paesaggi naturalistici e monumentali ;statua-rondine- viaggi

-Canto “Riturnella” di E.Bennato- canto popolare calabrese -racconti di mare ,di monti,di viaggi

-“Il Colombo” – Calabria,Sardegna,Puglia :altre storie delle Cenerentole- di G. B .Basile

-Ballo Pizzica : tarantella popolare del Sud Italia- Puglia e Basilicata

-“Pesce Lucente”- fiaba dell’Abruzzo- di I. Calvino- contadini-pescatori- prodigi e fede

-Canto locale- “Madonna delle Grazie” – antico canto tradizionale campano del XVI sec.
-“La Regina delle Api”- dei F. Grimm- fiaba dell’area celtica e nord Europa- ambienti di boschi, laghi, principi, fanciulle e alveari –

-Musica- “L’Orfeo” – di Claudio Monteverdi- favola in musica, primo Melodramma del Rinascimento – Corte Gonzaga ,Mantova , XVII sec.( l’opera ha nelle fonti anche – Le Georgiche- di Virgilio)-

-“Le Api-da-Le Georgiche “, di Virgilio Publio Marone- esaltazione della grandiosità del mondo e della Comunità delle Api , Regno in miniatura dell’Alveare ; le Api, Creature Naturali e Divine –

-Musica -“L’Orfeo” – di Monteverdi –

– “Magica Teresinella”, L’Amore di Teresinella-Margheritella Meravigliosa- racconti popolari locali – raccolta di A. Di Mauro – giardini del Re ,Orchi, Bambole di Pan di Spagna eMiele e vestito col Sole davanti e la Luna indietro…(come Cenerentola e Prezzemolina) –

-Canto “ Madamadorè” , antica tiritera – gioco cantato tra scudiero del Re e madre per maritare le figlie

-Musica -“ Carmen” – di Georges Bizet – ouverture , toreador coro-zingari, trionfo e morte – XIX sec. –

-“La Gatta Cenerentola” – di Roberto De Simone-stralci recitati, adattati e cantati-

-Villanelle, tammuriate ,moresche, madrigali, musica colta.

-Intrecci di vita popolare in lingua napoletana, racconti di scene grottesche e potenti ;vita di corte, tradizioni , magie, travestimenti ,Cenerentole e Zingare.

-Recitazione Cenerentole- numerazione Rosario
Villanella di Cenerentola –Madrigale cantato
Recitazione Monacelli
Canzone del Monacello- Figlia figlia jesc ‘o ball
Balli di Castello
Recitazione cameriera
Le Notti di Cenerentola
Canto “Oi Mamma ca’ mo’ vene”
Soldati e Recitazione cantata “Asso di Bastoni “
Coro dei Soldati
Recitazione Lavandaie e Zingare
“Jesc Sole” frammento recitato dell’antico canto XIII sec.
“Jesc Sole” formalizzato cantato – invocazione magico-rituale
Finale Gatta “Canto della Zingara”
Saluti- Musica -“ Il Trovatore “- di G. Verdi- coro di Zingari e Gitane, Corte e Palazzo in Aragona , XV sec.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti

Rubriche