martedì 5 Marzo 2024
HomeAppuntamentiPallavolo: la Fipav Campania entra nelle scuole coi corsi per i prof....

Pallavolo: la Fipav Campania entra nelle scuole coi corsi per i prof. di Educazione Fisica

I docenti federali campani a confronto con i prof per promuovere la pallavolo nelle scuole. Relatori anche i C.T. delle nazionali italiane di sitting Emanuele Fracascia e Amauri Ribeiro.

La Fipav Campania entra nelle scuole. Per rafforzare e migliorare lo storico binomio scuola-pallavolo, i docenti federali del Comitato Regionale della Fipav Campania hanno iniziato il tour di circa 10 incontri al fine di aggiornare i prof. di Educazione Fisica in vista dello start della nuova stagione dei progetti scolastici.

Obiettivo dei corsi, discutere e mettere in pratica le nuove tecniche di approccio alla pallavolo previste dal settore Promozione della Fipav. Tra queste anche la pratica del sitting volley che, nell’ultimo incontro organizzato dalla Fipav Campania, ha visto la partecipazione di due relatori d’eccezione: i C.T. delle nazionali azzurre di sitting volley, Emanuele Fracascia (maschile) e Amauri Ribeiro (femminile).

“Entrare nelle scuole, parlare con i docenti, dargli consigli presentandogli le novità previste circa la promozione di volley e sitting volley – ha esordito il Commissario Straodinario della Fipav Campania, Guido Pasciari – deve essere alla base della nostra attività di fitta collaborazione con i docenti di educazione fisica. La pallavolo è da sempre lo sport scolastico per eccellenza e pertanto è nostro compito continuare ad innaffiare una partnership con l’Ufficio Scolastico Regionale su cui proveremo a fondare lo sviluppo a medio-lungo termine del volley campano”.

Il corso di aggiornamento ha previsto e prevederà anche in futuro, una parte teorica e di confronto a cui i Docenti Federali hanno fatto seguire una lezione pratica che ha ottenuto molto successo tra i tanti prof. presenti.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche