martedì 31 Gennaio 2023
HomeAppuntamentiAl via il Premio Giornalistico Carpine Visciano: nel segno di Padre Arturo...

Al via il Premio Giornalistico Carpine Visciano: nel segno di Padre Arturo D’Onofrio

Visciano. Inclusione, barriere architettoniche, denuncia sociale, integrazione, povertà culturale ed economica, violenza di genere: sono solo alcuni dei temi che animeranno la prima edizione del “Premio Giornalistico Carpine D’argento” in scena a Visciano da martedì 27 a giovedì 29 dicembre.

L’iniziativa è promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Sabatino Trinchese in sinergia con la Pro Loco cittadina, Radio Carpine Visciano e con il patrocinio della Città Metropolitana di Napoli e dell’Ordine dei Giornalisti della Campania.

Sotto la lente d’ingrandimento gli articoli ed i servizi stampa che nel corso del 2022 hanno suscitato interesse rispondendo al messaggio di carità e di solidarietà di Padre Arturo D’Onofrio, fondatore della Piccola Opera della Redenzione di cui è in corso il processo di beatificazione, ed a cui è dedicato il Premio.

Alla tre giorni prenderanno parte l’attore di “Un posto al sole”, Lucio Allocca, lo scrittore Luigi Leonardi, imprenditore napoletano, autore del libro “La paura non perdona”, Maurizio Patriciello, parroco della Terra dei Fuochi, il presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli ed il giornalista RAI Gianfranco Coppola, presidente nazionale della Stampa sportiva italiana.
La cerimonia finale si terrà giovedì 29 dicembre e vedrà la presenza dell’artista Antonio Scafuri con momenti di intrattenimento musicale.

“Diamo voce agli ultimi, attraverso il lavoro quotidiano e costante di chi, ogni giorno, esercita la professione di giornalista con coraggio, senza bavagli – dichiara il sindaco Sabatino Trinchese – un progetto che vuole rafforzare il percorso tracciato finora che, nella denuncia sociale, trova il suo naturale veicolo di affermazione”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti