martedì 16 Aprile 2024
HomeCultura e SpettacoliAntirazzismo e immigrazione, 25 anni di lotta con Arci

Antirazzismo e immigrazione, 25 anni di lotta con Arci

VILLA LITERNO. Per celebrare i 25 anni dalla morte di Jerry Masslo, per non dimenticare, per rinvigorire un impegno comune: Arci Campania organizza, lunedì 28 luglio, una giornata di seminari, mostre e tavole rotonde per fare il punto della situazione sulle politiche sull’immigrazione nel nostro Paese a 25 anni dal sacrificio di Masslo.

Jerry era un cittadino sudafricano fuggito dall’apartheid, che arrivato in Italia, sperava di essere accolto nella civilissima Europa. Finì per lavorare come bracciante agricolo nelle campagne di Villa Literno in uno dei periodi di maggior produzione del pomodoro, “l’oro rosso”. Nell’agosto del 1989 Masslo venne ucciso in un tentativo di rapina.

Il suo assassinio, la partecipazione popolare, i funerali di Stato, la prima legge sull’immigrazione, che all’articolo 1 faceva cadere la riserva geografica al diritto di asilo, sono l’inizio del movimento antirazzista italiano. Un anno dopo l’assassinio di Jerry Essan Masslo, tantissimi giovani provenienti da tutta Italia diedero vita, a Villa Literno, ad un “Villaggio della solidarietà”, organizzato da Fgci, Cgil e altri, per accogliere centinaia di lavoratori agricoli immigrati in ricordo di Masslo. Fu una delle prime esperienze di volontariato espressione di una cultura laica e di sinistra. Quell’esperienza diede vita all’associazione “Nero e non solo!” che è diventata anni dopo parte dell’ARCI. In questi 25 anni quell’esperienza di volontariato si è trasformata in una modalità di agire quotidiano volto al cambiamento sociale attraverso l’allargamento dei diritti e la promozione della partecipazione delle persone.

L’esperienza dei progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), l’accoglienza e il riscatto delle vittime di tratta, i campi di volontariato antimafia e il recupero dei beni confiscati, il nuovo protagonismo civico e culturale di tante associazioni di immigrati, rappresentano la continuazione ideale e materiale di quell’esperienza.

All’evento del 28 luglio, che si terrà a Villa Literno, nella sala Splendore di via Marconi, saranno presenti, tra gli altri,  Mario Morcone, Capo Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione, Gianni Cerchia, storico contemporaneo, Università Molise, on. Livia TurcoFrancesca Chiavacci – presidente nazionale Arci;Domenico Manzione, sottosegretario al Ministero degli interni; Aly Baba Faye, sociologo; on. Camilla Sgambato, Daniela Di Capua, direttrice Servizio centrale SprarLa presidente della camera Laura Boldrini, ha inviato un messaggio di sostegno e incoraggiamento per l’iniziativa. 

Nel corso della giornata sarà anche distribuito il quaderno di viaggio di Arci Campania “Da Jerry Essan Masslo a Mare Nostrum”, che ripercorre 25 anni di antirazzismo in Italia

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche