venerdì 24 Maggio 2024
HomeCronacaArrestato 68enne, spara al figlio e al genero della sua amante sposata

Arrestato 68enne, spara al figlio e al genero della sua amante sposata

SAN VITALIANO. Arrestato 68enne di Marigliano: questa notte ha sparato alcuni colpi di pistola contro il figlio e il genero della sua amante perché si opponevano alla loro relazione clandestina. L’anziano ora è in osservazione all’ospedale per le percosse ricevute dai due che, rimasti illesi dai colpi, lo hanno aggredito.

Il fatto è accaduto questa notte. I carabinieri della stazione di San Vitaliano sono intervenuti d’urgenza in via Nazionale delle Puglie, con loro i colleghi dell’aliquota operativa di Castello di Cisterna, a seguito di segnalazione giunta al 112, relativa ad una violenta lite, con l’esplosione di una serie di spari con arma da fuoco, in luogo pubblico. Ed in effetti, quando sono giunti sul luogo segnalato, i militari hanno trovato 3 bossoli calibro 7,65 e, a poca distanza, hanno bloccato il responsabile degli spari: un 68enne, residente a Marigliano trovato in possesso di una semiautomatica calibro 7,65 risultata rubata in una abitazione di Casina (Re), il 28.01.2008. Il 68enne ha ammesso ai carabinieri di aver sparato contro due uomini, un 46enne e un 36enne, rispettivamente genero e figlio di una donna di 62 anni, di San Vitaliano, con i quali aveva litigato a causa della sua relazione sentimentale con la donna sposata. Relazione clandestina alla quale i parenti di lei erano contrari.

Dalle indagini svolte da parte dei militari è emerso che, in effetti, il 68enne e la 62enne da circa un anno avevano una relazione sentimentale all’insaputa del marito di lei, immobilizzato a letto da tempo a causa di un grave incidente. Il consorte però negli ultimi tempi “aveva capito” della relazione, e, aveva chiesto ai parenti di aiutarlo a porre fine alla storia. Figlio e genero, quindi, ieri sera si sono appostati vicino alla casa della donna ad attendere l’arrivo dell’amante. Quando il 68enne è arrivato i due sono intervenuti iniziando dapprima una lite, culminata con l’esplosione di alcuni spari da parte del 68enne contro i due, e poi, con la successiva reazione di questi ultimi. Il 36enne e il 46enne, infatti, rimasti incolumi dai colpi, quando hanno capito che l’anziano aveva finito le cartucce nella pistola sono passati al contro attacco: lo hanno afferrato e picchiato selvaggiamente, tant’è che i medici dell’ospedale di Nola, dove è stato ricoverato in osservazione, hanno diagnosticato all’anziano tumefazioni varie, la frattura di una costola ed ematoma renale, guaribili in 20 giorni. Per il 68enne sono scattati gli arresti per tentato omicidio, detenzione illegale di arma comune da sparo, ricettazione della stessa, e, spari in luogo pubblico (nella sua casa, inoltre, sono state trovate e sequestrate 20 cartucce per la pistola). Attualmente l’amante focoso è in osservazione piantonato dai carabinieri.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche