mercoledì 30 Settembre 2020
Home Politica Bene confiscato alla camorra ai giovani: dopo 2 anni è ancora chiuso

Bene confiscato alla camorra ai giovani: dopo 2 anni è ancora chiuso

SOMMA VESUVIANA. Sono passati quasi due anni da quella sera in cui le speranze di Somma Vesuviana legate ai giovani sembravano essere rinate. Tre anni fa, la sera del 14 marzo 2013 fu da ricordare: il Comune con l’allora sindaco Ferdinando Allocca consegnò al Forum dei Giovani un appartamento confiscato all’ex capo dell’omonimo clan della camorra Fiore D’Avino, in quella serata anche un incontro organizzato dai commercianti a cui presero parte le forze dell’ordine per discutere di racket e omertà.

Sono passati gli anni e quel bene è rimasto chiuso. Il Forum dei Giovani non ha più svolto alcuna funzione e l’appartamento di cui l’Ente ha comunque preso possesso (in un palazzo del rione Raimondi) è rimasto vuoto. I giovani non operano perchè, in teoria, le cariche sono decadute in attesa del rinnovo e proprio ieri sera in consiglio comunale si è approvato il regolamento che porterà alle nuove elezioni. Ieri sera è stata anche l’occasione per ridiscutere di quell’appartamento e scoprire che il sindaco Pasquale Piccolo non ha alcuna intenzione di affidarlo ai giovani. Un passo indietro, dunque, un passo indietro preoccupante. L’utilizzo di quel bene confiscato da parte dei ragazzi e del Comune è un segnale importante che si manda ai cittadini e alla criminalità. Ha un significato simbolico prima che pratico. Rinunciare ad utilizzarlo e lasciarlo vuoto è pari ad una sconfitta delle istituzioni.
Da ricordare che allora del Forum faceva parte anche l’attuale vicesindaco con delega proprio alle Politiche giovanili e oggi stranamente silenzioso su quello che allora fu un argomento a lui molto caro.
Ieri a chiedere lumi sulla vicenda il consigliere del Pd, Crescenzo De Falco. “Ho chiesto che si intende fare con l’appartamento confiscato”, spiega De Falco, “Il sindaco mi ha risposto che non intende assegnarlo ad una masnada di giovani che salendo e scendendo in un palazzo sarebbero sicuramente fastidio, che ha già ricevuto diverse lamentele da parte dei condomini e si sta attivando per farne altro. Attivando? Ho replicato chiedendo tempi certi, il vicesindaco mi ha risposto che sono state sbagliate le pratiche relative all’affidamento e le stanno rifacendo. Trovo tutto questo molto grave. Non vorrei che l’argomento cadesse nel silenzio”.
Non cadrà nel silenzio. Chiediamo ufficialmente all’amministrazione comunale, e al vicesindaco in particolare, di farci sapere cosa intendono fare del bene confiscato alla camorra e se corrisponde al vero che non sarà più la sede del Forum dei Giovani notizia che Di Matteo, da componente, aveva accolto con soddisfazione.

- Advertisement -
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

La caserma dei carabinieri di Saviano illuminata col tricolore

Saviano. Un tricolore illumina da qualche giorno la caserma dei carabinieri di Saviano. Luci verdi, bianche e rosse che si riflettono sull'edificio di ...

Pallavolo B1 F. Alessia Postiglione indicata capitano della Luvo Barattoli Arzano

Lo spogliatoio ha scelto la graduata per la prossima stagione di B1 Alessia Postiglione è pronta per affrontare la sua prima stagione da capitano della...

Scuola. Aprire in sicurezza, l’Asl Na3 sud forma insegnanti Covid

L’Asl Napoli 3 Sud al fianco degli istituti per una riapertura in sicurezza. In collaborazione con le istituzioni scolastiche regionali l’azienda sanitaria ha attivato...

Novità editoriale: “Sopravvissuti”. Le presentazioni

NAPOLI. Martedì 29 settembre ore 18:30  in diretta sul canale YouTube della Polidoro Editore con Vincenza Alfano, Giovanna Scalzo e Antonio Esposito e Sabato 3...

“Abitare la storia: la casa dei Correale”, visita guidata a Sorrento

SORRENTO. Il presidente Gaetano Mauro, il CdA e il direttore Filippo Merola, nell’ottica di collaborazione con le associazioni locali già da tempo intrapresa con...
- Advertisment -