martedì 21 Maggio 2024
HomeAppuntamentiBeni comuni, appuntamento a Portici del collettivo "Città Ribelle"

Beni comuni, appuntamento a Portici del collettivo “Città Ribelle”

PORTICI. Giovedì 17 novembre alle ore 19 al Fabric Hostel di Portici (Napoli) in via Bellucci Sessa, 22, si terrà l’incontro “Beni Comuni”, iniziativa organizzata dal collettivo Portici Città Ribelle per illustrare le possibilità culturali, sociali ed economiche legate all’uso del patrimonio immobiliare pubblico.

Interverranno Nino Daniele, assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Giuseppe Micciarelli, ricercatore di Massa Critica, Umberto Mezza dell’associazione Mi.Mi.Ar.Ts., Valentina Maisto di Portici Città Ribelle e Alfonso Raus, esperto di processi partecipativi di Cittadinanza Attiva Onlus.

Durante l’assemblea pubblica sarà presentato un manifesto d’intenti per individuare le possibilità giuridiche e pratiche di uso del patrimonio alternative a quelle tradizionali, partendo dal percorso intrapreso dall’amministrazione comunale di Napoli per il riutilizzo dei beni comuni. Focus anche sul destino di villa Fernandes, la cui vicenda è divenuta oggetto di un’interrogazione parlamentare: il bene, confiscato alla camorra, non è stato mai davvero restituito alla cittadinanza mentre un bando, recentemente annullato dal commissario prefettizio di Portici, si proponeva di affidarlo a titolo gratuito ad associazioni del territorio attive nel sociale.

Il collettivo Portici Città Ribelle chiede che il patrimonio pubblico venga tenuto fuori da interessi e speculazioni e che per l’uso degli spazi liberati si privilegino le esperienze dal basso.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche