giovedì 18 Agosto 2022
HomeAttualitàBuon compleanno Frida Kahlo

Buon compleanno Frida Kahlo

Il 6 luglio 1907 nasceva Frida Kahlo. La pittrice “figlia” della rivoluzione messicana, “figlia” di tutto il mondo, icona mondiale della cultura pop e anticipatrice del movimento femminista.

“Le cicatrici sono aperture attraverso le quali un essere entra nella solitudine dell’altro”.

Frida Kahlo era una combattente, un’anima irrequieta e turbolenta, che nella vita dovette affrontare una serie di difficoltà che la misero duramente alla prova a livello personale.

Lei stessa riassumeva in poche righe le sue tragedie.

“Ho subito due gravi incidenti nella mia vita… il primo è stato quando un tram mi ha travolto e il secondo è stato Diego”

Era il 17 settembre 1925 il giorno in cui Frida fece l’incidente da cui uscì viva per miracolo. Si trovava sull’autobus insieme ad un compagno di studi quando il mezzo si scontrò con un tram, che letteralmente travolse la ragazza, ferendola in maniera gravissima alla colonna vertebrale e al bacino. Una lunga degenza, con dolorosi interventi chirurgici, a cui seguì una lunga ed altrettanto dolorosa riabilitazione grazie alla quale riuscì parzialmente a riprendersi. Nonostante ciò continuò a dedicarsi all’arte e alle sue opere. Infatti, un anno dopo l’incidente finalmente riuscì a concludere un autoritratto, che regalò al suo amico Arias, coinvolto anch’egli in quel tragico episodio.

Il secondo dramma coinvolge la sfera sentimentale di Frida: era il 1922 l’anno in cui incontrò per la prima volta l’uomo che sarebbe stato il suo fuoco e la sua croce per tutta la vita, appunto Diego Rivera. Si erano conosciuti in accademia, ma la loro relazione incominciò soltanto sei anni dopo. Frida seguiva Diego in giro per il mondo, tanto che i due presero casa a San Francisco e poi a Detroit. Nonostante la passione che li univa, Diego tradì numerose volte la compagna (persino con Cristina, la sorella di lei), e i due decisero di divorziare nel 1939 per poi risposarsi, paradossalmente, l’anno seguente.

È il 13 luglio 1954 il giorno in cui Frida lascia questa terra. Aveva quarantasette anni, si trovava nella sua Casa Azzurra di Città del Messico, patrimonio che Diego Rivera poi lasciò in eredità al Paese. La causa di morte riportata dalla cronaca fu quella di embolia polmonare, ma ben presto si sospettò il suicidio. Pochi anni prima, al suo corpo già martoriato dall’adolescenza, al tempo dell’incidente, venne dato il “colpo di grazia”, per così dire: le fu amputata la gamba destra, già andata in cancrena precedentemente. Subendo un tracollo sempre più rapido, l’artista si era pronunciata così: «Attendo con gioia la mia dipartita. E spero di non tornare mai più».

La morte può essere crudele, ingiusta, traditrice… Ma solo la vita riesce a essere oscena, indegna, umiliante.

Articoli recenti