mercoledì 28 Febbraio 2024
HomeCronacaCampagna controlli “Rinascita Sarno” Sequestrata un’autofficina: due denunciati

Campagna controlli “Rinascita Sarno” Sequestrata un’autofficina: due denunciati

I militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Roccarainola, nell’ambito della campagna di controlli al fiume Sarno, denominata “Rinascita Sarno”, hanno effettuato un controllo mirato alla tutela del territorio ed al contrasto degli illeciti ambientali presso un’autocarrozzeria sita nel comune di Striano. Durante il controllo, i militari hanno riscontrato la totale mancanza di titolo autorizzativo per l’esercizio dell’attività di autocarrozzeria, nonché dell’autorizzazione prevista dal Testo Unico dell’Ambiente. Inoltre, i militari hanno accertato la presenza di un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi in un’area attigua all’officina e di pertinenza della stessa.
L’autofficina è stata posta sotto sequestro unitamente alle attrezzature utilizzate e al sito del deposito dei rifiuti. I responsabili dell’attività, un 28enne e un 34enne, entrambi di Striano, sono stati deferiti, in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria per esercizio abusivo dell’attività e gestione illecita di rifiuti. Entrambi sono stati altresì segnalati alla Camera di Commercio per la mancata iscrizione nel Registro delle Imprese esercenti l’attività di autofficina previsto dalla normativa in materia di sicurezza della circolazione stradale e disciplina dell’attività di autoriparatori. La normativa prevede, oltre al sequestro dei locali e la confisca delle attrezzature, anche l’irrogazione di una sanzione pecuniaria di 15.493 euro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche