venerdì 2 Dicembre 2022
HomeSportCampionato di serie A, il Napoli ritorna a sorridere

Campionato di serie A, il Napoli ritorna a sorridere

Campionato di serie A. Vittoria senza appello quella di ieri da parte degli azzurri allo stadio Massimino di Catania. Nonostante il turnover, gli azzurri hanno imposto il loro gioco ed hanno controllato e dominato i padroni di casa in lungo e in largo. La squadra di Pulvirenti è sembrata rassegnata al suo destino che porta dritto in serie B.

Rafa Benitez concede un turno di riposo a Higuain, Albiol e Inler che vengono sostituiti da Zapata, Britos e Dzemaili.

Il tecnico Maran deve rinunciare allo squalificato Bergessio e lo sostituisce con Keko.

Formazioni:

Catania (3-5-2): Andujar; Gyomber, Legrottaglie, Bellusci; Peruzzi, Izco, Lodi, Rinaudo, Monzon; Keko, Barrientos.
A disp.: Ficara, Alvarez, Capuano, Biraghi, Leto, Boateng. All.: Maran

Napoli (4-2-3-1): Reina; Henrique, Fernandez, Britos, Reveillere; Dzemaili, Jorginho; Callejon, Hamsik, Insigne; Zapata.
A disp.: Doblas, Colombo, Inler, Bariti, Pandev. All.: Benitez

Cronaca della partita:

Al 5’ punizione dalla distanza di Dzemaili, Andujar respinge con i pugni. Al 17’ il Napoli passa in vantaggio: Hamsik serve l’accorrente Callejon sulla destra, cross rasoterra verso il secondo palo dov’è appostato Zapata che segna in spaccata. Etnei vicino al pari con una bella azione di Keko che colpisce la traversa con Reina battuto. Dal possibile 1-1 allo 0-2; Insigne verticalizza con l’esterno destro verso Callejon, Andujar, nel tentativo di anticipare l’esterno azzurro, rinvia la sfera sulla schiena di Legrottaglie, lo spagnolo indisturbato deposita in rete il più facile dei gol. Undicesimo centro in campionato per l’ex Real Madrid. Al 32’ ci prova ancora Callejon con un tiro di prima intenzione, fuori di poco. Al 40’ terzo gol del Napoli: Hamsik apre ancora una volta sulla destra, tiro di controbalzo di Henrique verso il secondo palo e palla che termina in fondo al sacco. Bel gesto balistico del difensore brasiliano. Dopo due minuti arriva il poker: lancio dalla retrovia partenopea, palla che colpisce Zapata, ma termina sui piedi di Callejon che serve prontamente il colombiano che supera Andujar. Partita virtualmente chiusa già nei primi 45’.

Nella ripresa il Napoli pensa alla sfida di domenica contro la Juventus e dosa le energie facendo accademia. Al 50’ tiro dalla distanza di Barrientos, Reina para in due tempi. Al 51’ Monzon ribadisce in rete una corta respinta di Reina su tiro di Plasil. Al 62’ bel tiro a giro di Keko, fuori di poco alla destra di Reina. Al 74’ secondo gol degli etnei: calcio d’angolo battuto da Lodi, irrompe Gyober di testa che batte Reina. All’86’ Higuain (entrato al posto di Zapata) supera alcuni avversari e tira in porta, Andujar è attento. All’88’ Lodi fa partire un gran tiro dalla distanza, Reina devia in angolo.

Preziosa vittoria per gli azzurri che ristabiliscono le distanze dalla Fiorentina sconfitta in casa (0-2) dal Milan. Per il Catania è notte fonda e la salvezza diventa giorno dopo giorno sempre più improbabile.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti