lunedì 25 Gennaio 2021
Home Cronaca Casalinga e pusher, droga shop dalla finestra: arrestata

Casalinga e pusher, droga shop dalla finestra: arrestata

CAIVANO. Attraverso il “lancio” dalla finestra la casalinga e pusher, arrestata in flagranza di reato, cedeva cocaina ai clienti. Cinzia Falco, 44 anni, senza lavoro e casalinga a tempo pieno, aveva trovato il sistema – illecito – per fare reddito: lo spaccio di sostanze stupefacenti in casa. Arrestato poco dopo un secondo spacciatore.

E proprio mentre era intenta nell’operazione di scambio delle buste – la sua conteneva droga (cocaina), in cambio di quella contenente soldi – la donna è stata arrestata: è stata colta in flagrante dai carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna. La donna- che spacciava all’interno delle mura domestiche – una volta ricevuta la telefonata, lanciava letteralmente dalla finestra la dose al cliente che attendeva davanti alla palazzina, sotto il balcone. L’acquirente, un operaio incensurato di 47 anni, è stato anch’egli segnalato all’Ufficio territoriale di Governo, quale consumatore di sostanze stupefacenti. Dalle perquisizioni eseguite dai militari del Nucleo sono state rinvenute e sequestrate tre dosi già suddivise di cocaina, per l’ammontare di 1 grammo, inoltre, il bilancino di precisione e le banconote (20 euro), frutto dell’avvenuto spaccio.

- Advertisement -

Nel corso della stessa operazione – un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, che da diverso tempo ed in seguito a numerosi arresti, si è spostato al di fuori del ben noto rione popolare del Parco Verde, fino alle zone centrali e residenziali – i militari della II sezione del Nucleo investigativo, al comando del maggiore Michele D’Agosto, hanno arrestato un secondo spacciatore. Andrea Scarpellino, 21 anni di Caivano, pregiudicato. Il giovane è stato colto in flagranza di reato: i carabinieri hanno assistito alla cessione della sostanza stupefacente a due acquirenti, che alla vista dei militari sono riusciti a fuggire via. Arrestato, invece, lo spacciatore che aveva addosso altre sette dosi per un ammontare di 3 grammi di cocaina.

In carcere i due spacciatori: la donna – già sottoposta a sorveglianza speciale per il suo lungo curriculum criminale, ora si trova nella Casa circondariale di Pozzuoli, mentre per lo spacciatore sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo da discutersi al Tribunale Napoli Nord.

di Patrizia Panico

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -