mercoledì 24 Aprile 2024
HomeAttualitàCasalnuovo. Multe non pagate, 950 mila euro che il comune vuole recuperare

Casalnuovo. Multe non pagate, 950 mila euro che il comune vuole recuperare

Casalnuovo di Napoli – Il comune di Casalnuovo è pronto ad incassare le multe non pagate relative agli anni 2014 e 2015 per un ammontare che fa rabbrividire. 950 mila euro sarebbe l’importo che l’ente si aspetta di recuperare incaricando la Andreani Tributi.

Si rende necessaria la riscossione coattiva delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada per gli anni 2014 e 2015, per un importo complessivo di € 951.547,70” si legge nell’atto comunale.

Potrebbe presentarsi una estate più calda del previsto per i cittadini di Casalnuovo che dovranno far fronte al pagamento delle sanzioni insolute. Nel biennio 2014/2015 il Comando di Polizia Municipale ha elevato 8.532 verbali per violazione delle norme del codice della strada.

I verbali non pagati, relativi agli anni 2014 e 2015, sarebbero 3.434. Oltre tremila multe non oblate che il comune si appresta a recuperare.

Il totale delle sanzioni da riscuotere è pari a € 575.680,36, a cui si aggiungerebbero € 319.970,14 per maggiorazioni e € 55.897,20 di spese.

Sarà la Andreani Tributi a riscuotere, per conto del comune di Casalnuovo, questa massa enorme di contravvenzioni. La Andreani Tributi è una azienda di Macerata che con precedente procedura di affidamento si è aggiudicata il servizio di riscossione coattiva dei tributi del Comune di Casalnuovo di Napoli.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche