martedì 28 Maggio 2024
HomePoliticaCdu: "Le politiche sociali di Somma sono allo sbando"

Cdu: “Le politiche sociali di Somma sono allo sbando”

L’Azione del CDU continua a tenere i riflettori puntati sull’AREA dei Servizi Sociali. L’Amministrazione Comunale è alla ricerca di un nuovo responsabile, che riceverà l’incarico per un anno. Oggi è stato pubblicato l’avviso pubblico. L’Ente sarà occupato, per i prossimi due mesi, nella scelta del candidato che, ovviamente, otterrà il maggior indice di gradimento da parte dei personaggi che hanno costruito la carriera politica con l’assidua frequentazione degli uffici dell’area dei servizi sociali.
L’Amministrazione Di Sarno conferma il disinteresse verso i bisogni dei cittadini, manifestando un’inadeguatezza programmatica e prestando unicamente attenzione all’assegnazione delle poltrone.
L’Area dei Servizi Sociali è l’emblema del fallimento dell’Amministrazione Di Sarno, che non è stata nemmeno in grado di gestire i fondi trasferiti dalla Regione Campania (ed attinti dall’FNA – Fondo ministeriale per non autosufficienze) per il pagamento degli assegni di cura alle famiglie con disabile grave o gravissimo.
Contrariamente alle ripetute rassicurazioni del Consigliere Comunale Avv. Antonio Granato e dall’Assessore al ramo Anna Cuomo, nei giorni scorsi, a mezzo del Funzionario cooptato dal Comune di Casalnuovo di Napoli, l’Amministrazione ha proposto alle famiglie destinatarie dell’Assegno di cura di sottoscrivere un patto in ragione del quale rinuncerebbero alle somme fino ad oggi non versate.
Insomma una proposta indecente, a fronte della quale, il Gruppo politico del CDU invitia il Sindaco Salvatore Di Sarno, il Consigliere Comunale Avv. Antonio Granato ed l’Assessore Anna Cuomo a rendere conto alla cittadinanza quale destinazione hanno avuto i fondi trasferiti dalla Regione Campania.
Rivolgiamo, altresì, il nostro appello anche alla Regione Campania ed al Prefetto di Napoli affinché intervengano per esaminare le cause dell’immobilismo dell’Amministrazione Comunale e dei politici che assumono gli impegni verso la cittadinanza sull’adozione di provvedimenti deputati alle Politiche sociali.
Continueremo e sosterremo le famiglie disabili in tutte le forme di protesta che intenderanno adottare anche in sede Regionale, smascherando le cause della pessima gestione amministrativa ed il maldestro tentativo del Sindaco di giustificare con ricostruzioni false – mediante dirette sui social network – il suo personale operato.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche