domenica 27 Settembre 2020
Home Cultura e Spettacoli Celebrata la Pasqua ortodossa nella chiesa di San Ciro.

Celebrata la Pasqua ortodossa nella chiesa di San Ciro.

SANT’ANASTASIA. Celebrata la Pasqua ortodossa nella chiesa di San Ciro. Il Comune di Sant’Anastasia si rende fautore dell’integrazione dei cittadini stranieri presenti sul territorio permettendogli di festeggiare la Pasqua ortodossa nella chiesa di San Ciro.

La Pasqua ortodossa coincide con la domenica che segue la prima luna nuova dall’equinozio di primavera e quest’anno si è collimata con la Pasqua cattolica. Il Comune di Sant’Anastasia non è rimasto indifferente e ha fatto si che gli ortodossi presenti sul territorio anche loro potessero festeggiarla.  Infatti il giorno 20 aprile per  i cristiani ortodossi si sono aperte le porte della chiesa di San Ciro, dove un centinaio di immigrati hanno potuto partecipare alla funzione religiosa celebrata, in lingua slava dall’ arciprete Igor Vyzhanov, religioso della chiesa Santa Caterina d’Alessandria. Nella chiesetta anastasiana ad accoglierli, oltre ai rappresentati dell’associazione San Ciro onlus anche Luigi De Simone da sempre impegnato a favore dell’integrazione e che anche l’anno scorso  si è reso partecipe di un evento a favore degli immigrati “ero straniero…incontriamoci in piazza”. I fedeli come da tradizione hanno portato cestini con vivande al fine di farli benedire prima di consumarli e hanno ricevuto in dono colombe pasquali dal Comune. “Quest’anno ci ha uniti certamente di più il fatto che la festività pasquale è caduta nello stesso giorno per cattolici e ortodossi “ dice Luigi De Simone,  mentre il commissario prefettizio Anna Nigro si è ritenuta soddisfatta dell’evento solidale ”Abbiamo ritenuto importante dare continuità al progetto già avviato e finanziato dalla Provincia di Napoli” prosegue “ per la cooperazione internazionale, il dialogo, la solidarietà e la conoscenza reciproca. Celebrare la Pasqua ortodossa è un modo molto incisivo di testimoniare la volontà di accogliere gli immigrati e favorire l’integrazione”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Covid. L’incubo di una famiglia di Cisterna: “Da giorni attendiamo risposte”

CASTELLO DI CISTERNA. Una vera e propria Odissea quella che sta vivendo una famiglia residente a Castello di Cisterna; mamma, papà e bimbi sono...

Bimbi al sicuro. Sequestrati 35mila articoli dannosi, 11 denunciati

Ottaviano. Garantire che i prodotti usati a acuola dai bambini siano sicuri, con questo scopo i Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza...

Anziana derubata dalla badante. I preziosi ritrovati nel frigo

PORTICI. I carabinieri della Stazione di Portici hanno denunciato per furto aggravato una 41enne di origine romena. La donna badante di una 85enne, solo...

Premio Internazionale “Ambasciatore del Sorriso” a S.Vitaliano

SAN VITALIANO. Nell’auditorium di San Vitaliano (NA) si svolgerà sabato 26 Settembre 2020, a partire dalle ore 18:00, la settima edizione del prestigioso Premio...

Saviano. Covid, focolaio alla Casa di Riposo. L’intervento dell’Asl

SAVIANO. A seguito del ricovero presso l’ospedale di Nola di un’ospite per un sospetto attacco ischemico transitorio (tia), avvenuto lo scorso 17 settembre 2020,...
- Advertisment -