lunedì 8 Marzo 2021
Home Attualità Circum, treno fermo: pendolari costretti a scendere sui binari

Circum, treno fermo: pendolari costretti a scendere sui binari

NAPOLI. Riceviamo e pubblichiamo nota stampa del comitato Facebook No al taglio dei treni della Circumvesuviana: “Eav e il fumo rilevatore”.

L’ennesimo guasto che ha stamattina ha visto protagonista un etr della Circumvesuviana proveniente da Baiano e i viaggiatori protagonisti di una disavventura per fortuna con conseguenze lievi: paura, principi di intossicazione, qualche caduta, e l’orrore di mettere le mani tra pipì e escrementi per poter salire sulle banchine a Piazza Garibaldi senza assistenza ne un aiuto, è la rilevazione di un disastro gestionale delle linee vesuviane.

Un servizio scadente, limitato nelle corse, un viaggio che nell’ordinario è già un girone dell’inferno dantesco , diventa dramma quando si prestano situazioni al limite come quella di stamattina.

Un Etr a cui si son bloccati i freni, il fumo invade i vagoni, la situazione diventa ingestibile anche per il personale esperto e di provata professionalità, la corsa finisce a 20metri dalla stazione di piazza Garibaldi e li inizia il dramma, documentato da video e foto.

Passeggeri sui binari con i treni ancora in circolazione, almeno tre, due in entrata, uno in uscita, prima che venisse fermata la circolazione!
Ci sono viaggiatori pronti a testimoniare, i tracciati dei treni da poter acquisire!

Solo la fortuna ha evitato la tragedia, solo la buona sorta ha accompagnato i pendolari della vesuviana verso l’uscita dall’inferno.

Siamo stanchi di implorare il MIRACOLO, stanchi di essere trattati peggio delle bestie, stanchi di comunicati aziendali che nascondono la verità.

Il fumo di oggi ha rilevato il fallimento gestionale delle linee vesuviane dove il numero dei treni a disposizione diminuisce, la qualità del servizio diventa sempre più scadente.

Chiediamo un’inchiesta verità sulla gestione della vesuviana, prima che ci scappi il morto!

enzociniglio

Portavoce comitato facebook NOALTAGLIODEITRENIDELLACIRCUMVESUVIANA

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti