lunedì 24 Gennaio 2022
HomeAttualità"Classe operaia" con Renzi, ecco la lettera

“Classe operaia” con Renzi, ecco la lettera

POMIGLIANO D’ARCO. Dall’associazione Classe Operai che raccoglie al suo interno diversi lavoratori dello stabilimento Fiat di Pomigliano, riceviamo una lettera scritta per il presidente del consiglio Matteo Renzi che domani sarà a Napoli. A lui gli operai consegneranno una maglietta dell’associazione e la lettera che di seguito pubblichiamo.

Noi stiamo con Matteo

Caro Matteo,
Fratelli operai,

Chi vive con uno stipendio da operaio sa benissimo come sia difficile arrivare a fine mese con i nostri stipendi…
Lo sa ancora meglio chi vive come noi la cassaintegrazione oppure i contratti di solidarietà.
Gli 80 euro noi non la consideriamo una mancia elettorale e chiunque dice questa cosa offende la nostra intelligenza…
Sappiamo per averlo vissuto sulla nostra pelle che i governi di norma aumentano le tasse, ora per la prima volta dopo decenni ci ritroviamo ad avere qualcosa indietro.
Noi siamo convinti che l’Europa sia importantissima per il futuro delle nostre aziende e ancor di più per la Classe Operaia.
Invitiamo tutti i nostri fratelli operai di ogni fabbrica in ogni luogo a sostenere Matteo Renzi ed i candidati del Partito Democratico per le elezioni del 25 maggio.
Siamo convinti che Renzi stia cambiando l’Italia e la Classe Operaia come suo compito storico deve essere protagonista del cambiamento.
Al presidente del consiglio diciamo vai avanti non sei solo .,, al segretario del PD diciamo apri e fai aprire e contare i circoli del PD nei luoghi di lavoro…. A Matteo Renzi diciamo non dimenticare mai chi sei e da dove vieni e soprattutto chi rappresenti .., e tu caro Matteo rappresenti anche la classe operaia e per non fartelo mai dimenticare insieme a questa lettera aperta ti inviamo una maglietta che simbolicamente ti conferma che sei uno di noi ..,
Andiamo avanti cambiamo l’Italia.

Gli Operai Fiat del G.B Vico (NA)

Giannone Gerardo, Amendola Pasquale, Orlando Giovanni, Millocca Claudio, Lavanga Michele, Rippa Ciro, Ravo Antonio, Pappalardo Modestino, Passaro Fabio, Damiani Francesco, Orfeo Francesco, Piscopo Mario, Arcella Antonio
Silvestro Peppe, Imperato Salvatore, Di Paola Domenico, Mazzone Beniamino
Velotti Ferdinando, Manna Antonio, Cuomo Enrico, Iodice Ilaria, Iorio Giuseppe, Montone Nicola

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti