mercoledì 5 Ottobre 2022
HomeAttualitàEcco come scovare l'id dei Fake su Facebook

Ecco come scovare l’id dei Fake su Facebook

SANT’ANASTASIA. Il curatore della pagina Facebook “Sant’AnastasiaOGGI” ci insegna come identificare e denunciare i profili falsi detti Fake che si moltiplicano sul popolare social network.

“Speriamo di aver fatto cosa gradita”, spiega Ciro Colombrino, “allora è semplice, innanzitutto collegarsi al profilo fake. In alto a destra, di fianco al bottone “aggiungete agli amici” c’è un simbolo simile ad un ingranaggio, bisogna cliccarvi sopra, si aprirà una finestrella, dove c’è scritto segnala/blocca, passateci sopra, restandoci con il mouse a questo punto, sulla barra di stato, sotto a sinistra della pagina, si apre con scritto qualcosa, tra cui ci sta l’Id dell’utente. Normalmente inizia con 1000 nel caso in esame è 100008008479282 (nel quadrato giallo) e corrisponde all’IP di uno dei fake nei quali negli ultimi giorni ci è capitato di imbatterci. Fatto questo si segnala alla Polizia Postale sezione reati informatici, basta registrarsi, ed il gioco è fatto”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti