venerdì 24 Maggio 2024
HomeCronacaCon un video su Fb Vigili scoprono e denunciano chi incendiava i...

Con un video su Fb Vigili scoprono e denunciano chi incendiava i rifiuti

Sant’Antimo. Individuazione lampo dell’uomo che brucia rifiuti urbani, denunciato dalla Polizia Municipale.

Spunta un video dell’uomo che alla via Roma del territorio aveva dato fuoco a rifiuti urbani contenuti in un cestino collocato su pubblica via. E’ questo quello che ha portato gli uomini del Comandante della Polizia Locale, Magg. Biagio Chiariello, a rintracciare l’individuo, un residente sessantenne, e a condurlo in caserma dove è stato generalizzato ammettendo di essere stato lui ad appiccare l’incendio in questione. A carico della persona sono emersi dei precedenti reati e segnalazioni da parte delle altre Forze di Polizia. Nel corso delle dichiarazioni rese, lo stesso ha motivato l’insano gesto attraverso una rabbia verso tutto e tutti per questioni personali. Sull’uomo gli agenti hanno rinvenuto anche l’accendino utilizzato per l’incendio, oggetto posto sotto sequestro e a disposizione dell’A.G. A carico del colpevole, che ha confessato le sue colpe riconoscendosi anche nel filmato e foto, si sono configurate le condotte del reato di combustione illecita di rifiuti di cui all’articolo 256 bis del codice dell’ambiente e, data la mancata flagranza, è stato il tutto comunicato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale con denuncia e, nel caso di condanna, la pena prevista è della reclusione da 3 a 6 anni. Proprio qualche giorno fa era stato denunciato dalla Polizia Municipale di Sant’Antimo un uomo, operatore ecologico, che aveva dato fuoco a del fogliame appena spazzato e di un altro per maltrattamento animali con sequestro di cinque cani. Resta alta la guardia degli uomini del Comando per quanto riguarda i reati ambientali con denunce varie e sanzioni elevate a carico dei responsabili.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche