venerdì 14 Giugno 2024
HomePoliticaConsiglio Comunale finito tra i litigi

Consiglio Comunale finito tra i litigi

SANT’ANASTASIA. “Nessuno può servire a due padroni…” con questo passo del vangelo secondo Matteo si apre il manifesto fatto affiggere per le strade del paese dal centrosinistra anastasiano che chiede che i suoi eletti presentino le dimissioni e si ridia la parola al voto dei cittadini. L’input ad inoltrare tale richiesta è stato dato ai rappresentati dell’opposizione dall’ultima seduta del consiglio comunale. In quella circostanza alcuni consiglieri del centrosinistra, dovendo votare per l’elezione del presidente del Consiglio Comunale, hanno preferito, nonostante l’indicazione unitaria dei gruppi di appartenenza, accordarsi con la destra. Gli elettori in questione sono stati accusati del fatto che “tra opportunismo e incapacità, di giorno si professano profondi sostenitori dei valori del centrosinistra, mentre all’imbrunire ritengono più vantaggioso tessere trame di potere con il destra”. L’indignazione tocca alte vette quando è la stessa amministrazione Pone ad essere accusata di interessarsi più a disfare la progettualità della precedente amministrazione piuttosto che attuare e salvaguardare il bene comune. L’invito a nuove elezioni, dunque, viene rivolto dal centrosinistra per evitare “di causare notevoli danni alla nostra città”.

Mina Spadaro

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche