mercoledì 22 Maggio 2024
HomeCronacaDai cellulari ai pc, dalle console alle tv un deposito in casa:...

Dai cellulari ai pc, dalle console alle tv un deposito in casa: fermato 34enne

MARIGLIANO. Centrale di ricettazione in via Amendola. Un deposito in casa fornito con decine di telefoni cellulari, computer, tablet, console per videogiochi e televisori plurimarca: fermato per ricettazione 34enne di origini marocchine.

In casa il 34enne Mahboub Taher – pregiudicato, residente a Brusciano – aveva una vera e propria centrale dell’hi tech, i carabinieri della locale stazione quando hanno terminato la perquisizione hanno stilato un lungo e ben fornito elenco – il tutto di dubbia provenienza: 
–          66 telefoni cellulari;
–          40 personal computer portatili;
–          21 console (Ps3 ed Xbox);
–          33 tablet;
–          4 televisori di varie marche

Non solo. Nel suo appartamento sono stati trovati, inoltre, numerosi arnesi ed apparecchiature utili allo smontaggio e all’assemblaggio dei medesimi oggetti di elettronica e telefonia mobile. Le indagini dei militari dell’arma locale hanno di fatto appurato che il pregiudicato aveva realizzato all’interno della sua abitazione un complesso e sofisticato laboratorio in cui erano custoditi e riciclati i diversi prodotti elettronici. Questi ultimi di illecita provenienza erano in attesa della successiva rivendita attraverso il mercato della ricettazione.

Il materiale è stato sequestrato in attesa di essere consegnato all’ufficio corpi di reato. Le indagini non concluse, proseguono attualmente per identificare i titolari dei beni rinvenuti. Mahboub Taher è stato fermato con l’accusa di ricettazione e trasferito nel carcere di Poggioreale. 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche