venerdì 14 Giugno 2024
HomeCronacaE' nata la figlia di Cutolo: è lei il soffio del riscatto.

E’ nata la figlia di Cutolo: è lei il soffio del riscatto.

OTTAVIANO: “Morirò in prigione – aveva detto Cutolo nel febbraio 2006 in una intervista a Repubblica – il mio ultimo desiderio è regalare un figlio a mia moglie”.


E oggi, a 65 anni Raffaele Cutolo , “o’ professore”, ex superboss della Nuova camorra organizzata è diventato papà. La piccola, chiamata Denise, è venuta alla luce presso il Nuovo Policlinico della città qualche giorno fa. E’ sana, di peso normale. Anche la mamma, Immacolata Iacone, 43enne ha superato bene il parto. Denise Cutolo è la prima e unica erede dell’ex capo della camorra condannato a nove ergastoli, in carcere dal 1982 e sottoposto da quattordici anni al regime del 41 bis. La bambina è stata concepita attraverso l’inseminazione artificiale con autorizzazione ottenuta dal ministero di Giustizia nel 2001. L’autorizzazione per la fecondazione assistita è stata concessa dal ministero della Giustizia nel 2001, dopo una battaglia legale iniziata nel 1983. “Mi rendo conto che la nascita di mia figlia susciterà la curiosità dell’opinione pubblica. Non porta un cognome qualsiasi – aveva detto Immacolata Iacone, entrando al Policlinico – ma farò di tutto perché possa avere una vita normale, tranquilla, lontana dai riflettori e dai pregiudizi”. Denise è nata con parto cesareo, è alta 52 centimetri, pesa quasi 3 chili e 400 grammi è stata sistemata nel nido del reparto e già alcuni parenti della madre sono andati a farle visita. Durante tutta la gravidanza la moglie di Raffaele Cutolo si è fatta periodicamente visitare presso l’ambulatorio del policlinico napoletano. Qualche giorno fa, insieme con il prof. Pasquale Martinelli, ordinario di Ginecologia ed Ostetricia dell’Università Federico II, che ha eseguito l’intervento, aveva concordato la data del parto. La Iacone dovrà rimanere in ospedale dai 4 ai 7 giorni. I due si sposarono nel carcere dell’Asinara nel 1983. Cutolo aveva avuto un figlio, Roberto, dalla prima moglie, Filomena Liguori, ma il ragazzo morì nel 1990, a 28 anni in un agguato di camorra nel varesotto, per il quale sconta l’ergastolo il boss Mario Fabbrocino. Ed ora la piccola Denise rappresenta la gioia di due genitori che sperano in una vita semplice ed una vita normale.

Giovanna Salvati

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche