giovedì 6 Ottobre 2022
HomeAppuntamentiFestival delle Ville Vesuviane – Progetto 700, dal 2 al 25 settembre

Festival delle Ville Vesuviane – Progetto 700, dal 2 al 25 settembre

Teatro, musica e danza nella Ville Vesuviane del XVIII secolo. XXXIII edizione

Torna il Festival delle Ville Vesuviane che sarà in programma dal 2 al 25 settembre nelle
splendide Ville Vesuviane del XVIII secolo. Ad inaugurare la rassegna sarà una prima
assoluta nazionale: “La vita è un sogno” di Pedro Calderon de la Barca, con Mariano Rigillo
per la regia di Giuseppe Dipasquale, direttore artistico del FVV 2022 nonché regista e
commediografo italiano e già direttore artistico del Must Musco Teatro di Catania e del
teatro Stabile di Catania e attualmente direttore artistico del BarbablùFest, Morgantina.
Giunto alla sua trentatreesima edizione, il Festival è promosso dalla Fondazione Ente Ville
Vesuviane, presieduta da Gianluca Del Mastro. L’evento è programmato e finanziato dalla
Regione Campania, Scabec SpA con fondi Poc Campania 2014-2020 e dal Ministero della
Cultura. Anche quest’anno il tema sarà “Progetto Settecento”, un format ripristinato dal
direttore artistico della scorsa edizione, Luca De Fusco, che ha ripreso un filo conduttore
che caratterizzò il Festival dalla metà degli anni’80, per valorizzare il patrimonio
architettonico delle ville del Miglio d’Oro.
Quattro saranno le prime assolute nazionali che debutteranno durante la kermesse, oltre a
“La vita è un sogno” ci saranno in programma: Raffaello Converso in “L’Opera da
marciapiede tra Kurt Viviani e Raffaele Weill” con elaborazioni ed orchestrazioni di Roberto
De Simone; “Così è (se vi pare)” di Luigi Pirandello con Eros Pagni e regia di Luca De Fusco; “Caro Pier Paolo” di Dacia Maraini con Anna Teresa Rossini.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti