domenica 21 Aprile 2024
HomeCronacaFurto in famiglia, ruba la fede alla neo sposa e la vende...

Furto in famiglia, ruba la fede alla neo sposa e la vende al “compro oro”

Ruba la fede nunziale di una parente neo sposa e la vende ad un “compro oro”: la Polizia ritrova la fede e denuncia per furto una 50enne di Torre del Greco

TORRE DEL GRECO. Aveva contratto matrimonio solo 4 mesi fa e, dopo essersi assentata da casa per andare a far la spesa rincasando, si è resa conto che la sua fede nunziale, ove era impresso il nome del marito e la data delle nozze, le era stata rubata.

Immediata la denuncia alla Polizia del Commissariato di Torre del Greco che, a seguito di indagini, svolte dalla squadra amministrativa, non solo hanno rinvenuto la fede presso un noto esercizio commerciale di compro oro, ma sono anche risaliti a chi materialmente l’aveva venduta all’orafo: una parente della vittima.

M.D.U., di 50 anni, infatti, è stata denunciata, in stato di libertà, perché responsabile del reato di furto aggravato.

La fede, del valore di 105 euro, è stata restituita alla neo sposa.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche