sabato 13 Aprile 2024
HomePoliticaGare d'appalto, Casalnuovo si affida alla Sua anche per gli importi minori

Gare d’appalto, Casalnuovo si affida alla Sua anche per gli importi minori

Casalnuovo. “Massima trasparenza per le gare d’appalto”. Seguendo questo diktat l’amministrazione comunale di Casalnuovo, guidata dal sindaco Massimo Pelliccia, ha scelto di rifarsi al Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania per l’espletamento delle gare d’appalto superiori ai 40mila euro.

Una scelta maturata in seguito alle nuove normative anticorruzione che, a partire dal 1 novembre 2015, prevedono per i Comuni non capoluogo di provincia di rifarsi ad appositi accordi aggregatori per procedere all’acquisizione di lavori, beni e servizi superiori ai 40mila euro. Il Comune di Casalnuovo, nel dettaglio, acquisita la disponibilità del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche facente capo al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha scelto di allargare la convenzione già esistente relativamente al conferimento delle funzioni di Stazione Unica Appaltante, così come previsto dall’allargamento del protocollo d’intesa che il sindaco siglerà a breve con la Prefettura. “Ad oggi siamo l’unico Comune in Campania che ha scelto di allargare la convenzione con la Prefettura per l’espletamento delle gare che hanno importo superiore ai 40mila – ha dichiarato il primo cittadino Pelliccia – intendiamo garantire massima trasparenza a tutti gli atti amministrativi ed è proprio per questo che ci rifaremo alla Stazione Unica Appaltante”. L’accordo tra Comune e Prefettura sarà oggetto del prossimo consiglio comunale ed offrirà a tutti maggiori garanzie in termini di trasparenza, monitoraggio e controllo delle procedure di gara. L’accordo, che non prevede alcun aggravio di costi per le casse comunali, permetterà di bandire in tempi certi tutte le gare e consentirà, inoltre, di agire in trasparenza e nel pieno rispetto dei principi di legalità.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche