venerdì 14 Giugno 2024
HomeCronacaGiro di vite contro l’abusivismo edilizio

Giro di vite contro l’abusivismo edilizio

POMIGLIANO D’ARCO. L’amministrazione comunale si mobilita contro la possibile realizzazione di manufatti sprovvisti di licenza con un manifesto a firma del sindaco Antonio Della Ratta.


Da un lato i permessi per costruire rilasciati dall’area tecnica del Comune. Dall’altra un rafforzamento del servizio di controllo del territorio per prevenire la realizzazione di strutture edilizie abusive. Sono i lavori pubblici a tenere banco in questo ultimo scorcio amministrativo prima della pausa estiva. Da un lato, l’area tecnica della macchina comunale ha pubblicato la lista dei permessi rilasciati per costruire. Dall’altro, il sindaco Antonio Della Ratta ha comunicato alla cittadinanza, con un manifesto affisso nelle strade e piazze della città, la decisione dell’amministrazione comunale di contrastare e prevenire eventuali realizzazioni di manufatti senza l’apposita licenza.
Nel primo caso, si tratta complessivamente di settantaquattro permessi. In prevalenza, sono previste sopraelevazioni e ristrutturazioni. Poi, ci sono nuove costruzioni, qualche sanatoria e alcuni casi di edilizia funeraria.
Nell’altro caso, il primo cittadino avvisa direttamente la popolazione che “l’amministrazione comunale, unitamente alle forze dell’ordine, ha rafforzato il servizio di controllo del territorio, al fine di individuare e reprimere eventuali realizzazioni di manufatti edilizi abusivi”. Della Ratta ricorda che “l’attività edilizia abusiva evidenzia comportamenti illegali” sanzionati da leggi che prevedono l’acquisizione al patrimonio comunale degli stessi oppure la loro demolizione con spesa a carico dei responsabili. La legislazione vigente, inoltre, prevede anche sanzioni di tipo penale oltre al pagamento di un’ammenda in denaro e l’arresto fino a due anni.
Il documento termina con l’invito alla cittadinanza a rivolgersi alle forze dell’ordine e agli uffici comunali per segnalare eventuali abusi.

Francesco Di Rienzo

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche