sabato 2 Marzo 2024
HomeComunicati stampaGragnano.Opposizione: "Zero aree per bambini, speriamo in una petizione"

Gragnano.Opposizione: “Zero aree per bambini, speriamo in una petizione”

GRAGNANO. ZERO AREE GIOCHI PER I BAMBINI
I consiglieri di opposizione: «Speriamo che la petizione dei cittadini abbia più fortuna delle segnalazioni della opposizione.»

Speriamo che la petizione promossa dai cittadini riesca ad arrivare alle orecchie della maggioranza comunale con più forza rispetto ai numerosi solleciti che in questi anni abbiamo fatto dai banchi dell’opposizione.
Abbiamo in più occasioni fatto presente di quanto ormai il nostro paese stesse diventando una città dormitorio e di come l’amministrazione comunale avesse fatto ben poco per risolvere questa problematica.
Avevamo segnalato con chiarezza l’assenza di luoghi idonei per far giocare i nostri bambini, non meravigliandoci del fatto che i genitori gragnanesi preferiscano spostarsi in altri comuni per far divertire i loro figli, visto lo stato di trascuratezza e di abbandono delle piazzette cittadine.
Avevamo anche suggerito, tra le tante ipotesi, all’Amministrazione Comunale di affidare gratuitamente la gestione di apposite strutture comunali, come ad esempio il Giardino della Bellezza di via Vittorio Veneto oppure il Parco San Domenico a Casa dei Miri oppure ancora proprio la piazzetta Aldo Moro, a chi avesse offerto un adeguato piano di servizi e garantito una serie di attività ed eventi gratuiti per la cittadinanza, occupandosi naturalmente della manutenzione ordinaria e del decoro di queste aree.
E’ solo una delle tante possibilità che si possono studiare e mettere in campo per dare una risposta alle istanze dei cittadini e condividendo pienamente l’intento dell’iniziativa della petizione, ci auspichiamo abbia più fortuna delle nostre ripetute e costanti segnalazioni.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche