giovedì 13 Giugno 2024
HomeCronacaI carabinieri denunciano due vigili per abuso di ufficio

I carabinieri denunciano due vigili per abuso di ufficio

CERCOLA – E’caccia al dipendente “fannullone” o che abusa del suo ruolo.


A Cercola l’altro giorno sono finiti nella rete delle denunce due vigili urbani. I dipendenti, di 58 e 54 anni, giravano con l’auto di servizio nell’area del mercatino settimanale. Ma non per svolgere i compiti a cui erano stati assegnati dal loro Comando di Polizia Urbana. I carabinieri della locale tenenza li hanno infatti sorpresi mentre sbrigavano faccende private. Dovranno ora difendersi dall’accusa di abuso di ufficio.

Stessa sorte era capitata, nei giorni scorsi, a quattro impiegati del Comune di Ercolano. L’accusa per loro è di truffa ai danni della pubblica amministrazione. Le persone coinvolte sono risultate assenti non giustificati, nonostante avessero regolarmente timbrato il cartellino marcatempo.
Si tratta di impiegati dell’ufficio anagrafe e di statistica: una 44enne di Napoli, una 56enne e una 47enne di Ercolano e un 51enne di San Giorgio a Cremano.

Anna Maria Romano

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche