lunedì 24 Giugno 2024
HomePoliticaIl consigliere Prisco si dimette e salta il consiglio comunale

Il consigliere Prisco si dimette e salta il consiglio comunale

OTTAVIANO: Si dimette il consigliere Patrizio Prisco e salta il consiglio comunale per la nomina del suo sostituto. Era infatti previsto per martedì sera la seduta del consiglio comunale ma per mancanza del numero legale il consiglio è saltato. Ed è polemica.


L’opposizione è assente, il Sindaco è assente e parte della maggioranza altrettanto assente. Un deserto che preoccupa o che trova giustificazione probabilmente in tecniche politiche. “Motivi validi o semplici strategie politiche?” questo l’interrogativo infatti mosso dall’opposizione che non ha accettato per nulla il gesto poco fondato e corretto. Ma quello che ha più scosso l’opinione è l’assenza proprio in un consiglio dove al primo capo all’ordine del giorno vi era la sostituzione del Consigliere Comunale Patrizio Prisco sia da consigliere che dalla IV commissione Consiliare “Bilancio-Programmazione-Personale”. L’architetto Patrizio Prisco fa parte della Ginestra ed è stato da sempre grande sostenitore ed alleato del sindaco Mario Iervolino, un amicizia che non rinnega ma un ruolo politico a cui ha deciso di dare uno stop, un taglio improvviso e senza ulteriori chiarimenti. Ma la poca meraviglia da parte della giunta fa pensare che il pensiero del consigliere Prisco di dimettersi era già da tempo in programma e aleggiava un senso di insoddisfazione e incomprensioni che ormai già da molto lo poneva in linea completamente opposta con quella del Sindaco. Diverbi su provvedimenti, difficoltà tecniche e morali nel gestire determinate scelte e poi le dimissioni. Sono giunte qualche giorno fa sulla scrivania del primo cittadino che prendendone atto non ha contrariato o chiesto ulteriori spiegazioni sul perché. Sicuramente la scelta non deve essere stata facile per chi da sempre ha sostenuto in prima persona l’amministrazione, ma la rottura apre un nuovo capitolo di politica, e pone i riflettori su presunte imposizioni che il consigliere non avrebbe accettato. Nel contempo nessuno commenta e si aspetta la nuova data del consiglio comunale per chiarimenti e decisioni in merito.

Giovanna Salvati

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche