sabato 13 Aprile 2024
HomeCronacaIn auto con telecomandi e centraline per aprire auto e cancelli, tre...

In auto con telecomandi e centraline per aprire auto e cancelli, tre arresti

OTTAVIANO. Telecomandi alterati e centraline per aprire auto e cancelli elettronici nascosti nel vano bagagli della loro auto, tre arresti.

I carabinieri della locale stazione hanno arrestato tre uomini, tutti già noti dalle forze dell’ordine, responsabili di resistenza a pubblici ufficiali e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli e altri arnesi da scasso.

La banda specializzata in furti d’auto. Si tratta di Pasquale Mennillo, 47enne e di Antonio Quarto, 41 anni, il primo di via de Meis e l’altro di via dell’Alveo Artificiale, nonché di Gennaro Esposito, 47enne, di Cercola.

I militari dell’arma ne hanno sorpreso uno alle 3.30 di questa notte scorsa mentre stava scavalcando la recinzione di una casa di via Carlo Cigliani e questi si è dato alla fuga saltando su una Audi A4 a bordo della quale lo stavano già aspettando gli altri due complici.
Dopo un inseguimento di circa 1 km il guidatore della berlina ha perso il controllo andando a sbattere contro il muro di una casa di via Cacciabella. Nel cofano bagagli della vettura c’era tutto l’armamentario dei ladri di auto:

  • 7 centraline decodificate per Audi e Fiat necessarie per avviare fraudolentemente i veicoli da portar via
  • blocchi di accensione per diversi tipi di vettura
  • arnesi per lo scasso
  • telecomandi di 3 tipi per l’apertura dei cancelli automatici

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche