martedì 18 Giugno 2024
HomeAttualitàInaugurata casa dell'Acqua a S.Anastasia. Ecco le foto

Inaugurata casa dell’Acqua a S.Anastasia. Ecco le foto

SANT’ANASTASIA. Si è svolta il 31 gennaio l’inaugurazione della Casa dell’Acqua in via Marra Paparo, alla presenza del sindaco, Raffaele Abete, del vicepresidente di GORI, Maurizio Bruno, e dell’amministratore delegato, Claudio Cosentino.

La Casa dell’Acqua realizzata da GORI, in collaborazione con il Comune di Sant’Anastasia, grazie ai fondi dell’ex Provincia di Napoli (ora Città Metropolitana), eroga acqua liscia e frizzante refrigerata a costi irrisori: 3 centesimi al litro per la naturale a temperatura ambiente, 5 centesimi per la naturale refrigerata e 7 centesimi per la frizzante refrigerata. La struttura, videosorvegliata, rappresenta la versione moderna delle vecchie fontanine pubbliche ed è mirata alla riduzione delle bottiglie di plastica da smaltire, con considerevoli benefici per l’ambiente e per le casse comunali. L’acqua proviene dalla rete pubblica gestita da GORI ed ha una qualità garantita dai frequenti controlli che l’azienda svolge attraverso il Laboratorio interno, che si affiancano a quelli realizzati dall’ASL.
Dopo la benedizione della struttura da parte di Padre Giacomo Verrengia, gli studenti del IV Istituto Comprensivo “Nicola Amore” hanno allietato l’evento con l’esibizione della loro banda musicale.
E proprio le scuole cittadine riceveranno nelle prossime settimane la visita di personale qualificato GORI per le giornate-studio dedicate al mondo dell’acqua. Con bambini e docenti saranno trattati in modo ludico e interattivo i temi del ciclo dell’acqua, del risparmio idrico e della tutela dell’ambiente, e agli alunni saranno distribuiti fumetti educativi in cui sono approfonditi tali argomenti.
“Ci siamo impegnati per la realizzazione di questa struttura – spiega il sindaco, Raffaele Abete – e con essa abbiamo dato ulteriore decoro a questa zona, a testimonianza del costante impegno dell’amministrazione. Sono certo che i nostri concittadini comprenderanno a fondo l’importanza della Casa dell’Acqua e inizieranno presto ad apprezzarla. Ne beneficeremo tutti, ma un’attenzione particolare sarà dedicata alla scuole, per diffondere nei ragazzi l’importanza del rispetto per l’ambiente.”
“La Casa dell’Acqua – aggiunge il vicepresidente di GORI, Maurizio Bruno – garantisce l’erogazione di acqua di ottima qualità e riduce notevolmente la quantità di plastica da dover riciclare. Questo è un segno di civiltà che dà luce e lode all’amministrazione, che ha creduto fortemente in questo progetto”.
“Quella odierna è la decima Casa dell’Acqua che inauguriamo nei comuni in cui gestiamo il servizio idrico – dichiara l’amministratore delegato di GORI, Claudio Cosentino – e altre 10 casette saranno realizzate nelle prossime settimane. Ciò rappresenta per noi motivo di orgoglio, per il significativo contributo fornito alle comunità. La presenza oggi dei tanti cittadini e delle scolaresche è il segnale dell’importanza di queste iniziative per la protezione dell’ambiente”.

qui tutte le foto

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche