giovedì 29 Luglio 2021
HomeCronacaIncidente in Circum, sfiorata la tragedia. I pendolari: "Ora basta!"

Incidente in Circum, sfiorata la tragedia. I pendolari: “Ora basta!”

Napoli. In seguito all’incidente nella rete Eav di trasporto, meglio conosciuta come Circumvesuviana, si acuiscono le proteste e gli appelli dei viaggiatori. Il comitato pendolari, ancora una volta, chiede l’intervento delle istituzioni per la tutela della sicurezza di viaggiatori e dipendenti.

Recentemente la Provincia online ha pubblicato il fatidico appello del portavoce del comitato pendolari Enzo Ciniglio manifestando come sempre, vicinanza ai problemi dei cittadini, in particolare quando, come nel caso della Circumvesuviana, si tratta della loro sicurezza. Ci auguravamo di essere smentiti da un comunicato dell’azienda che rassicurasse i viaggiatori annunciando provvedimenti subitanei. Purtroppo invece, così non è stato. Non solo non siamo stati smentiti affatto, ma la situazione è divenuta sempre più preoccupante in seguito all’incidente di ieri provocato dal treno Napoli- Sorrento delle 13.40 . Tra le stazioni di Porta Nolana e piazza Garibaldi a causa della caduta del pantografo, la locomotiva ferroviaria ha “trinciato” i cavi della linea aerea, causandone l’arresto improvviso.

Il cavo caduto sulla banchina, fortunatamente non ha colpito i passeggeri e tra i viaggiatori spaventati non ci sono stati feriti. Ma dopo lo scampato pericolo il problema sicurezza persiste:

“Ogni giorno è a rischio l’incolumità dei viaggiatori e dei dipendenti. Ora basta! Si fermi questa giostra, l’autorità competenti e la magistratura avviino un’ indagine seria e capillare sui tanti avvenimenti. Bisogna smettere di utilizzare  treni “appezzottati”.

Siamo stanchi di affidare il nostro destino a chi sordo alle nostre missive, gioca con i numeri  e le nostre vite!”

Questo, il nuovo appello di Enzo Ciniglio, portavoce del comitato pendolari. Essi ancora una volta, chiedono alle istituzioni un impegno serio per la risoluzione dei problemi della Circumvesuviana oramai sotto gli occhi di tutti, che si intervenga per tutelare la sicurezza dei viaggiatori  e dei dipendenti, e la Circumvesuviana torni ad offrire l’efficiente servizio di un tempo.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Rosa Auriemmahttps://www.facebook.com/lalingua.langue/?fref=ts
Ha conseguito la laurea triennale in Lettere e Magistrale in Filologia Moderna presso L'università degli studi di Napoli "Federico II" con il massimo dei voti, discutendo una tesi in Storia della lingua italiana su un autore napoletano secentesco. Sin da piccola ha coltivato la passione per la scrittura e il giornalismo. Appassionata di linguistica e dialettologia, per scopi di ricerca ha fondato un blog tematico "La Lingua Langue", corredato da canale youtube al fine di divulgare contenuti multimediali e multiculturali.

Articoli recenti