mercoledì 28 Settembre 2022
HomePoliticaLa lista "Prima Cimitile" si presenta alla città

La lista “Prima Cimitile” si presenta alla città

Cimitile – Dopo la presentazione alla stampa locale, la lista numero 3 “Prima Cimitile”, si presenta alla cittadinanza.

Si terrà, infatti, sabato 16 Maggio 2015 alle ore 19.00, presso Villa Lenzi, in Cimitile, la presentazione ufficiale della lista di sostegno al candidato sindaco Francesco Di Palma. L’incontro avrà lo scopo di accorciare le distanze tra cittadinanza e candidati, di presentare i volti e i nomi di coloro che si propongono quale vera alternativa alla vecchia politica, ferma da vent’anni. Oltre ai nomi dei candidati, saranno ovviamente presentati i punti salienti del programma elettorale. Programma nato da un profondo sentimento di condivisione e da un forte desiderio di cambiamento. La lista “Prima Cimitile”, infatti, ed in modo particolare il candidato sindaco Francesco Di Palma, si propongono come reale elemento di rottura col passato. Lo stesso programma che sarà presentato ufficialmente sabato 16, è incentrato su punti ben chiari e che perseguono lo scopo di cambiare realmente il territorio.
Tra i passaggi di maggiore interesse, troviamo sicuramente le problematiche scatenate dalla urbanizzazione selvaggia degli ultimi anni. “I precedenti piani regolatori hanno privilegiato il consumo del territorio, con l’attuazione di un’opera di cementificazione dissennata che ha sottratto terreni coltivabili e, nello stesso
momento, fatto diminuire i valori delle abitazioni già esistenti. La nostra idea di sviluppo urbano passa per la valorizzazione del patrimonio presente. Non ha senso il nuovo se il vecchio viene trascurato. La proposta che il movimento ha in mente, parte dal presupposto che, in un paese con edifici funzionali ed esteticamente bello, la gente vive meglio”, si legge sul programma elettorale diffuso in paese, che continua poi “L’agricoltura rappresenta un asset strategico per il rilancio del paese. Il lavoro da attuare deve mirare sia ad un rilancio in termini produttivi che di ammodernamento. Anche in questo caso, l’innovazione sta nel riportare la persona al centro dell’attenzione. Il modo di “umanizzare” il processo produttivo passa per la ricerca della qualità mantenendo invariati i costi di produzione. Questo può essere attuato istituendo una sorta di alleanza tra produttore e consumatore, dove quest’ultimo diventa sia fruitore che garante della qualità del processo che parte dalla semina e giunge fino al raccolto e alla trasformazione. La conseguenza immediata è un accorciamento della filiera e, quindi, un abbattimento dei costi intermedi, che va a bilanciare i maggiori oneri che comporta una produzione più ecosostenibile”.
L’appuntamento è, quindi, per sabato 16 Maggio 2015, ore 19.00 presso Villa Lenzi, per vedere i volti ed ascoltare le voci di chi crede che davvero anche a Cimitile stia soffiando #ilventodelcambiamento.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti