giovedì 18 Agosto 2022
HomeAppuntamentiLe Vele d’Epoca a Napoli, Olympian (1913) primo a Capri vince il...

Le Vele d’Epoca a Napoli, Olympian (1913) primo a Capri vince il Premio Tiberio

Capri. La manifestazione sull’isola azzurra tra regate, glamour e cene esclusive

Olympian, numero velico P-14, ha tagliato per primo il traguardo di Capri de Le Vele d’Epoca a Napoli, aggiudicandosi il Premio Tiberio. L’equipaggio del P-Class, categoria di barche da regata nate a fine Ottocento, tra i cinque ancora naviganti in tutto il mondo, anno di varo 1913, è stato premiato da Giancarlo Lodigiani e Gigi Rolandi, presidente e segretario Associazione Italiana Vele d’Epoca (AIVE) sulla banchina dello Yacht Club Capri. Il Premio Tiberio rappresenta i Faraglioni di Capri ed è stato realizzato dall’Officina Sociale Avventura di Latta a Napoli.

Un altro premio come imbarcazione proveniente da più lontano è andato a Manitou (USA), che negli anni Sessanta è stato lo yacht presidenziale di proprietà di John F. Kennedy, soprannominato “Casa Bianca galleggiante”. L’opera consegnata agli armatori americani rappresenta un busto di San Gennaro ed è stata realizzata da Ventrella.

La premiazione, condotta dal vicepresidente YC Capri Michele Fortunato e dal presidente RYCC Savoia Fabrizio Cattaneo della Volta, che dal 2003 organizza l’evento sportivo, per la prima volta quest’anno approdato sull’isola più famosa del mondo, ha preceduto il crew party in banchina che ha coinvolto i velisti delle 14 imbarcazioni iscritte, tra cui il pluricampione Mauro Pelaschier, a bordo di Crivizza.

Armatori e autorità si sono invece ritrovati a cena a Villa Margherita per una cena esclusiva. Presenti tra gli altri il sindaco di Capri Marino Lembo e il presidente YC Capri Achille D’Avanzo, ai quali il presidente Cattaneo della Volta ha donato una medaglia ricordo; l’ammiraglio Pierpaolo Budri per la Marina Militare, l’avvocato Giuseppe La Scala, il consigliere del Circolo Savoia Giancarlo Pica e il direttore generale Centro Porsche Napoli, Giuseppe Bellomo.
La manifestazione era iniziata ieri mattina sulla banchina del Circolo Savoia con la cerimonia dell’alzabandiera, con l’Ammiraglio Giuseppe Abbamonte, comandante del Comando Logistico della Marina Militare, Antonietta De Falco e Francesco Lo Schiavo per la Federazione Italiana Vela, il vicepresidente sportivo del Circolo Savoia, Enrico Milano, e Filippo Bronzi di Ventrella.

Achille D’Avanzo e Fabrizio Cattaneo della Volta affermano: “Le Vele d’Epoca hanno mostrato a Capri il loro volto migliore, un’edizione di altissima qualità con grandi nomi della marineria internazionale. Un’esperienza da ‘sequestro emozionale’, abbiamo ammirato barche con storie incredibili da raccontare. Ed è stata anche l’occasione per dimostrare a queste regine del mare che la sinergia tra Circolo Savoia e YC Capri funziona e che l’isola azzurra è ben lieta di accoglierle. Ora lavoriamo con i vertici dell’Associazione Vele d’Epoca per fare in modo che la regata venga ripetuta ogni anno”. (Marco Caiazzo).

Articoli recenti