venerdì 23 Aprile 2021
HomeAttualitàLegambiente aderisce al Global Greeter Network, la rete di guide volontarie

Legambiente aderisce al Global Greeter Network, la rete di guide volontarie

Legambiente aderisce al Global Greeter Network, la rete di guide volontarie per un nuovo modo di accogliere i turisti. A Napoli il primo gruppo di Greeters dell’associazione ambientalista: cittadini volontari pronti a far conoscere le bellezze della città ai turisti di tutto il mondo.

Sbarca anche in Italia grazie a Legambiente l’esperienza dei Greeters, una forma di turismo partecipativo per conoscere l’essenza e la bellezza nascosta delle città italiane grazie a chi vive in questi luoghi. Legambiente aderisce al Global Greeter Network, la rete internazionale di guide volontarie che propone un nuovo modo di vivere la città e un turismo basato sul coinvolgimento dei cittadini. Persone che amano la propria città, che vivono quotidianamente il territorio, che conoscono le bellezze storico-culturali, ma anche angoli caratteristici, luoghi curiosi o poco conosciuti da mostrare e condividere ai tanti turisti che ogni anno arrivano in Italia.

Da Torino a Firenze, da Roma a Napoli, per arrivare a Palermo la nostra Penisola rimane una delle mete preferite e amate dai turisti di tutto il mondo. E allora perché non dare una marcia in più al turismo nostrano? L’associazione ambientalista lo fa partendo proprio da Napoli con un gruppo di Greeter(to greet in inglese significa “dare il benvenuto”), composto da cittadini volontari pronti ad accompagnare i turisti nella “loro” città e a dare informazioni per far vivere da napoletani l’esperienza della scoperta di una delle capitali mondiali della cultura e della bellezza. I Napoli Greeters fanno parte del Global Greeter Network– associazione internazionale che riunisce gruppi di Greeters presenti in molte città del pianeta. 

“Il progetto Greeter rappresenta davvero una bella sfida. – spiega Carmine Maturo, presidente di Legambiente/Neapolis 2000 – Da sempre la nostra associazione crede nell’importanza dei progetti di cittadinanza attiva, un modo per avvicinare le persone alle tematiche ambientali, per riscoprire e rafforzare quel legame con il territorio. E questo progetto, che si sta diffondendo anche in Italia, va in questa direzione. L’esperienza che abbiamo iniziato a Napoli con i volontari Greeters prende avvio per lo stesso motivo per cui sono nati a New York i greeters: siamo stanchi di sentire parlare male della nostra città, vogliamo dimostrare che Napoli non merita la cattiva fama di metropoli inospitale. Per questo siamo pronti a dare il benvenuto ai turisti e mostrare loro le bellezze della nostra città. Il nostro lavoro sarà anche di “controinformazione” in modo che i turisti, tornati a casa, sodisfatti e avendo vissuto un’esperienza di visita di verace, diventano dei veri e propri ambasciatori”.

I Greeters non sono guide turistiche professioniste, ma semplici volontari accomunati dall’amore e passione per la propria città. Il servizio offerto dai greeter è gratuito.Legambiente Napoli Greeters propone ai turisti un percorso particolare che prende il via alla “Stazione Neapolis”, fermata del Museo (Linea 1), saranno poi raccontate storie e leggende e non mancheranno consigli ed indicazioni per trascorrere il soggiorno in città in modo sostenibile, responsabile e soprattutto “autentico”. Per prenotare una visita è semplice: basta compilare il forum sul sito internet almeno con due settimane di anticipo.

Per maggiori info:

http://www.naplesgreeters.it/it

http://www.globalgreeternetwork.info

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti