sabato 1 Ottobre 2022
HomePoliticaMarigliano. Il candidato Capasso (M5s): "Ecco le nostre priorità"

Marigliano. Il candidato Capasso (M5s): “Ecco le nostre priorità”

Marigliano – In città il movimento cinque stelle candida a sindaco Francesco Capasso, 28 anni, sta ultimando i suoi studi in giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Precedentemente si è occupato di marketing e telecomunicazione e, da due anni, è attivo nel M5s.

Come mai ha scelto di presentare la candidatura a sindaco?

«In realtà nel movimento nessuno decide di candidarsi. Il gruppo locale si è riunito e, tra i vari attivisti del mariglianesi hanno deciso di proporre la mia candidatura».

Quali priorità prevede il vostro programma elettorale?

«Vogliamo ripristinare il prima possibile l’isola ecologica di Marigliano e occuparci di una caratterizzazione delle balle di Boscofangone perché, forse non tutti sanno, ma Marigliano ospita da 6 anni  un sito di stoccaggio proprio a  Boscofangone dove sono adagiate 56000 tonnellate di balle. Quindi l’obiettivo è caratterizzare quelle balle e utilizzare la struttura che è stata costruita, in cui sono stati investiti 1.200.000 euro,  come sito di compostaggio. Praticamente, oggi, il comune di Marigliano dà i suoi rifiuti organici ad una struttura situata a Torre del Greco e paga 87 euro a tonnellata di rifiuti organici. Il nostro obiettivo è principalmente questo: caratterizziamo le balle, costruiamo un sito di compostaggio a Marigliano creando così posti di lavoro: avremo anche la possibilità di riprendere ciò che viene ricavato dal compostaggio e usarlo come fertilizzante per i terreni. Il secondo obiettivo riguarda l’ acqua pubblica. Marigliano è uno dei comuni che, purtroppo, viene assoggettato alla Gori che fornisce dei disservizi ma chiede pagati dei servizi. Ci sono, infatti, tantissime perdite, la rete fognaria non ha manutenzione, non c’è una rete idrica funzionante e l’acqua non arriva nelle abitazioni se non tramite autoclave. Vogliamo mettere fine a questi disservizi».

Quanti candidati ci sono e qual è l’ età media?

«L’età media della nostra lista è 37 anni. Anche se abbiamo avuto l’ opportunità di presentare una lista di 24 nominativi ne abbiamo presentato soltanto 20 perché, l’obiettivo del movimento cinque stelle, non è raggiungere il numero massimo nella lista inserendo persone di cui non ci si fida, ma puntiamo a inserire persone competenti che seguono e credono negli ideali del movimento: l’obiettivo non è la quantità ma la qualità delle persone candidate».

In caso di vittoria, come sceglierete gli assessori? 

«Daremo il via ad una sorta di bando pubblico ai cittadini dove ognuno potrà presentare la propria candidatura e curriculum per proporsi come assessore. Entro il 23 maggio, giorno in cui si chiuderà la campagna elettorale, presenteremo ai cittadini non solo i nostri candidati a consigliere, ma anche la nostra squadra di assessori. I mariglianesi devono votare non solo i consiglieri, ma anche la squadra comunale che allestiremmo qualora dovessimo trovarci noi a governare».

Perché i mariglianesi dovrebbero votare lei alle amministrative?

«Stiamo parlando di una classe politica mariglianese che da 28 anni viene commissariata e nessuna classe politica è riuscita a ultimare i 5 anni di mandato. Abbiamo sempre le stesse persone che passano da destra a sinistra e da sinistra a destra solo per interessi personali. Noi rappresentiamo il nuovo e diamo effettivamente la possibilità ai cittadini di cambiare e non di mettere un burattino in qualità di sindaco che verrà gestito dai soliti vecchi politici di turno che ci sono qui a Marigliano. Ecco perché scegliere noi, perché se vogliamo riappropriarci delle istituzioni, se vogliamo riappropriarci del nostro futuro siamo noi la soluzione insieme ai cittadini:  20 persone non sono la soluzione ma il mezzo che i cittadini devono sfruttare per raggiungere quello che gli spetta di diritto e cioè, il loro futuro».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti