giovedì 18 Aprile 2024
HomeCronacaNapoli Nord. Camorra, minacce ai familiari di un pentito. Dieci arresti

Napoli Nord. Camorra, minacce ai familiari di un pentito. Dieci arresti

Napoli. Quarto Flegreo e Marano di Napoli, minacce ai familiari di un collaboratore di giustizia per costringerlo a ritrattare. Arrestati dai carabinieri dieci affiliati tra clan “Polverino” e “Orlando”.

Dieci soggetti ritenuti affiliati al clan camorristico “Polverino”, attivo a Napoli Nord e all’estero, sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea. I soggetti dovranno rispondere, a vario titolo, di istigazione a ritrattare dichiarazioni rese all’autorità giudiziaria, furto in abitazione e danneggiamento aggravato da finalità mafiose. Gli arrestati, a seguito delle indagine dei carabinieri e della Direzione Distrettuale Antimafia, dal mese di agosto del 2017 hanno iniziato ad intimidire alcuni parenti di un collaboratore di giustizia che a seguito di alcune sue dichiarazioni, si era dato un colpo ai clan “Polverino” e “Orlando”. I soggetti, volevano non solo che il pentito dichiarasse il falso all’autorità giudiziaria ma anche che ritrattasse le dichiarazioni già rese. Dopo le minacce poi si è aggiunto il furto in casa del suocero del collaboratore. I malviventi sono entrati forzando la porta d’ingresso approfittando dell’assenza dei familiari, in quanto avevano dovuto lasciare l’abitazione per motivi di sicurezza. Nell’appartamento poi avevano esploso dei petardi danneggiando il bagno, le pareti, le porte, i mobili e effetti personali. Gli arrestati sono stati tutti tradotti al centro penitenziario di Secondigliano.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche