Home Politica Nola. È Carlo Buonauro il candidato sindaco dei Progressisti -Riformisti

Nola. È Carlo Buonauro il candidato sindaco dei Progressisti -Riformisti

Nola. È il magistrato Carlo Buonauro il candidato sindaco di Nola della coalizione dei progressisti riformisti. A sancirlo è stata una riunione tenuta l’altra sera dai rappresentanti delle liste che sostengono la candidatura.
Buonauro ha alle spalle un curriculum che non lascia dubbi sulle competenze: la sua vita professionale infatti l’ha trascorsa interamente a cavallo della macchina amministrativa italiana. Buonauro, classe 1973, quattro figli, dopo la laurea in giurisprudenza ha cominciato la sua carriera come segretario comunale, poi è diventato funzionario amministrativo dell’Università Federico II, e dopo è stato procuratore presso l’Avvocatura dello Stato. Successivamente Buonauro è divenuto magistrato ordinario, ed infine è approdato al Tribunale amministrativo. Attualmente è presidente di Sezione in Commissione Tributaria Provinciale a Napoli, Consigliere del Tar di Bologna e presidente facente funzioni del CTR della Valle d’Aosta.
La coalizione che sostiene il giudice è formata da sette liste: Buonauro sindaco – Nola al Centro, Nola Bene Comune con Movimento piazza d’Armi, Movimento 5 Stelle, Nola Democratica, Nola Libera, Nola Nostra e Partito Democratico.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Nessun commento