sabato 15 Giugno 2024
HomePoliticaPd, si acuisce lo scontro per le primarie del 14 ottobre

Pd, si acuisce lo scontro per le primarie del 14 ottobre

NAPOLI – Un clamoroso esempio di due pesi e due misure. Cacciola, Martano e Russo sulla vicenda della riammissione delle liste.


Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa che segue:

Il timore di una nostra possibile vittoria ha ispirato la decisione del collegio di garanzia regionale nel condonare le liste inammissibili presentate da Iannuzzi. Il cambio in corsa delle regole assomiglia molto al tentativo di truccare la competizione elettorale delle primarie, ricordiamo che in altri casi come quello di Furio Colombo l’esclusione è stata causata solo per aver recapitato firme via fax. Nel caso campano invece l’irregolarità non è un difetto formale, sanabile in 48 ore, attraverso l’integrazione della documentazione, essa attiene a una delle regole fondamentali e fondative del Partito Democratico: la parità tra generi nella composizione delle liste e nella scelta dei capilista. Per sanare questo aspetto occorre riscrivere tutte le liste, alterando così quel principio di pari opportunità che è sacro in una qualsivoglia competizione elettorale.
Un clamoroso esempio di due pesi e due misure.
Oggi siamo venuti a conoscenza della decisione di escludere l’Utar dall’ulteriore verifica delle liste e di affidare il tutto alla commissione di garanzia regionale, i cui membri sono stati decisi e designati da Amendola e da De Mita e nella quale non è presente nessun altro rappresentante di altre liste.
che colpo di genio! Neanche volendo pensare male saremmo arrivati a tanto.
Noi della lista “A Sinistra per Veltroni” ci siamo fino ad ora battuti e raccolto larghi consensi ed adesioni per costruire un necessario processo di rilegittimazione democratica della politica e se ciò ci sarà impedito valuteremo se partecipare o meno ad una finzione che vuole sostanzialmente lasciare inalterato lo stato delle cose esistenti e dei rapporti di forza.

Per “A sinistra per Veltroni”
Ciro Cacciola
Giovanna Martano
Giuseppe Russo

Anna Maria Romano

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche