mercoledì 30 Novembre 2022
HomePoliticaPomigliano. Assegnate venti borse di studio del valore di 250 euro

Pomigliano. Assegnate venti borse di studio del valore di 250 euro

POMIGLIANO D’ARCO. Assegnate venti le borse di studio per il concorso «Luigi De Falco», la cerimonia questa mattina con il sindaco Russo.

L’assessore alla Cultura Franca Trotta: «I temi del concorso di quest’anno ci hanno consentito di apprezzare i punti di vista delle nuove generazioni in merito ai cambiamenti della nostra città». Il sindaco Lello Russo: «Un evento che ci consente non solo di ricordare un cittadino illustre ma di confrontarci con insegnanti e studenti».

Venti borse di studio del valore di 250 euro ciascuna, ad altrettanti studenti pomiglianesi, sono state consegnate questa mattina dal sindaco Lello Russo e dall’assessore Franca Trotta (Cultura), insieme ai docenti Del Mastro (presidente commissione), Guadagni (Matilde Serao) e Manna (Imbriani). Una consuetudine per Pomigliano d’Arco fin da quando Luigi De Falco, bibliofilo «innamorato» dei libri e della sua città, donò a Pomigliano la sua biblioteca privata. L’atto di donazione alla biblioteca comunale prevede che il sindaco si impegni a indire ogni anno una borsa di studio per tutti gli studenti degli istituti di istruzione superiore della città.

De Falco redasse il suo testamento nel 1990 e l’anno dopo, alla sua morte, i familiari rispettarono le volontà stabilite nel documento e inviarono una lettera all’allora sindaco Lello Russo, ancora oggi primo cittadino. Il concorso annuale e la relativa borsa di studio hanno lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale della città e consentire ai giovani studenti di approfondire le proprie conoscenze su storia, tradizioni, personaggi e luoghi della città.

Anche quest’anno la tradizione è stata rispettata e le borse di studio consegnate. «L’evento ci consente ogni anno di ricordare un cittadino illustre che ha fatto un dono immenso alla nostra Pomigliano – dice il sindaco Russo – e ho apprezzato il coinvolgimento nonché la massiccia presenza di docenti e studenti».

«La consegna delle borse di studio intitolate al nostro illustre concittadino Luigi De Falco è un appuntamento importante che ci consente, ogni anno, non solo di manifestare la nostra riconoscenza profonda e di preservarne nelle nuove generazioni la memoria – dice l’assessore Franca Trotta –  ma che ci dà anche l’opportunità di conoscere, apprezzare, leggere, confrontarci con il pensiero, le riflessioni, lo spirito di osservazione e perché no, con il giudizio dei nostri giovani studenti, del «popolo della scuola», come era solito definire Luigi De Falco la classe studentesca. I temi proposti quest’anno, che hanno riguardato il processo di trasformazione urbana e del paesaggio, nonché l’industrializzazione della città di Pomigliano, ci hanno consentito di apprendere il punto di vista delle nostre nuove generazioni. Tutti gli elaborati testimoniano l’amore che i nostri studenti hanno per la loro Pomigliano».

L’assessore Trotta ha ringraziato insegnanti e studenti per l’importante momento di confronto ricordando le parole vergate sulla stele di Luigi De Falco: «Ardentemente amò il suo paese, Pomigliano, e con questo assillo, felice, si spense».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti