giovedì 24 Giugno 2021
HomePoliticaPortici. Palazzo Amoretti, Movimento 5 Stelle: “Ci dobbiamo solo indignare”

Portici. Palazzo Amoretti, Movimento 5 Stelle: “Ci dobbiamo solo indignare”

Portici. Prosegue il tour del Movimento 5 Stelle di Portici tra le strutture pubbliche abbandonate dall’amministrazione comunale. Questa volta il focus è sul palazzo Amoretti: l’edificio è stato di proprietà della famiglia Amoretti, ed in particolare del barone Francesco Antonio, fin dal 1701. Il legame della zona con la famiglia è testimoniato dal fatto che anche nella celebre Mappa del Duca di Noja essa era identificata come “luogo Amoretti”. Tuttavia, come denuncia il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Alessandro Caramiello, adesso questo immobile storico sembra essere stato colpito da una bomba: “In questi 12 anni nulla è stato fatto per manutenere e valorizzare un’altra proprietà dei cittadini – denuncia Caramiello -. La struttura si presenta fatiscente e degradata. La manutenzione delle opere pubbliche costituisce un’attività necessaria e obbligatoria per l’ente proprietario. C’è anche la giurisprudenza su questo tema, e secondo l’art. 2051 del Codice Civile “Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito”. L’omissione di manutenzione, che avrebbe invece potuto preservare la funzionalità delle opere, potrebbe integrare ipotesi di negligenza perseguibili dalla giurisprudenza contabile”.

Il Movimento 5 Stelle continua l’analisi ribadendo: “Come Consiglieri Comunali, svolgendo il nostro ruolo di indirizzo politico e di controllo stiamo documentando tutta la gestione fallimentare di chi governa questa città negli ultimi 20 anni. La mancanza di visione purtroppo è palese.  Non si possono tagliare solo nastri, la politica è lungimiranza. Abbiamo un grandissimo patrimonio immobiliare che doveva già essere messo a sistema per creare sviluppo e posti di lavoro. Noi abbiamo le idee chiare su Palazzo Amoretti. La settimana prossima mostreremo l’interno dell’Istituto San Giuseppe. Ma adesso c’è bisogno che i cittadini si indignano per ciò che spetta, di diritti, alla comunità”.

Link: strutture abbandonate a Portici: (https://www.facebook.com/portici5stelle/posts/3882533278460082?fbclid=IwAR3ZVNht9fr_eaUO5sH8hm-W-rehXOnE7aFJEJ8N3GqEsPJ79cnrdayZhCw)

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti